Caricamento in corso...
02 maggio 2013

Giro, Nibali: "Percorso duro". Hesjedal: "Qui per rivincere"

print-icon

GIRO -2 . Nel giorno della presentazione della corsa Rosa, prime dichiarazioni d'intenti dei protagonisti. Cauto l'italiano: "Vogliamo partire bene". Il campione 2012: "Mi piace essere tra i favoriti". Cavendish studia la tappa di Napoli su Google

"La partenza da Napoli sarà molto bella, mi aspetto un pubblico caloroso e sono molto contento che questo mio Giro d'Italia parta proprio da qui". Così Vincenzo Nibali a due giorni dall'inizio della corsa rosa. "La prima settimana - ha detto Nibali - sarà subito importante e vogliamo farla bene a cominciare dalla tappa di Napoli e dalla crono di Ischia per avere un approccio positivo a un Giro che è lungo e difficile".

Hesjedal pronto per il bis - "Mi sono preparato al meglio per arrivare a questo Giro nelle stesse condizioni di forma dell'anno scorso, ho fiducia in me stesso e sono qui per provare a vincere ancora". Lo ha detto Ryder Hesjedal altro candidato alla vittoria della corsa Rosa. "Dallo scorso anno sono cambiate tante cose - ha detto il vincitore del 2012 - una di queste è che lo scorso anno non ero tra i favoriti e stavolta lo sono e questo mi piace. Certo, tornare da campione in carica non è facile anche perché ci sono avversari fortissimi e io rispetto tutti. Ma il percorso è lungo e difficile, vedremo chi la spunterà".

Cavendish studia su Google Earth - "Il percorso di sabato? L'ho studiato su Google Earth, perché c'è troppo traffico, è un casino". Lo ha detto Mark Cavendish, uno dei favoriti per la vittoria di tappa di sabato a Napoli, nella conferenza stampa di presentazione del Giro. "Napoli è una città bellissima - ha aggiunto lo spinter britannico - e devo fare anche i complimenti agli organizzatori per come riusciranno a fermare il traffico". L'ultima tappa napoletana, nel 1996, fu vinta allo sprint da Cipollini, ma per Cavendish è "irrilevante chi ha vinto qui prima, punterò al successo".

Tutti i siti Sky