Caricamento in corso...
13 settembre 2013

Bettini, testa al Mondiale: "Il circuito non darà respiro"

print-icon
bet

Il ct Paolo Bettini e alcuni azzurri della spedizione italiana ai Mondiali di ciclismo 2013

Il ct della nazionale italiana di ciclismo parla della prossima competizione iridata che si svolgerà in Toscana: "Sarà un 'tritello' se piove", dice usando un 'toscanismo' gergale. E sull'uso della radio: "Senza utilizzarla sarà la corsa delle ammiraglie"

"Ai Mondiali ci sarà anche la corsa delle ammiraglie, una corsa nella corsa, visto che ci impediscono di usare le radio per comunicare con i nostri corridori, cosa decisiva quando la gara entrerà nel vivo". Lo ha detto il commissario tecnico della Nazionale di ciclismo Paolo Bettini, parlando con l'ANSA, durante una delle ricognizioni del percorso che le squadre azzurre stanno facendo per preparare i mondiali di Firenze. "In auto ho la televisione e radiocorsa con cui seguirà la gara - spiega il ct Bettini - ma le informazioni più sensibili, sullo stato di salute nostro e degli avversari, su cosa accade nel gruppo e nelle fughe, sulle condizioni della gara e così via, le devo reperire a voce, direttamente dai miei corridori proprio perchè, appunto, non possiamo usare le radio". Bettini quindi fa osservare che per lui e gli altri ct "sarà difficile coordinare la corsa dalle ammiraglie senza radio". "E' una situazione peggiore - osserva - di quando gli allenatori di calcio squalificati osservano la partita dalla tribuna e poi, ai loro sostituti in panchina, danno indicazioni via telefonino".

"E' un percorso che già non dà respiro col sole. Ma se piove sarà un 'tritello"': così Bettini, usando un 'toscanismo' gergale, esamina le conseguenze di un'opzione meteo con pioggia e maltempo sul circuito dei Mondiali ciclismo a Firenze, in particolare per la gara dei professionisti. "Non tanto per le possibili cadute - aggiunge il ct azzurro - quanto perchè la pioggia favorirà un forte frazionamento del gruppo, molto oltre quanto potrà avvenire in condizioni di strade asciutte. Il percorso non dà spazi di recupero, perciò in caso di pioggia la selezione sarà elevatissima".

Tutti i siti Sky