Caricamento in corso...
24 settembre 2013

Mondiali, crono uomini a Decraene e donne alla Van Dijk

print-icon
pod

Il podio della cronometro Donne Elite

Il belga si aggiudica l'oro nella prima prova iridata junior davanti al danese Krigbaum e all'americano Mostov. L’olandese è invece la nuova Campionessa del mondo nella categoria Donne Elite

E’ l’olandese Ellen Van Dijk la nuova Campionessa del Mondo a Cronometro della categoria Donne Elite. Medaglia d'argento per la neozelandese Linda Villumsen (quinta volta consecutiva sul podio iridato dopo tre medaglie di bronzo, l'ultimo lo scorso anno a Valkenburg in Olanda, e l'argento di due anni fa a Copenaghen) che ha tagliato il traguardo con 24 secondi di ritardo e il tempo finale di 28:12.28. Terzo posto e medaglia di bronzo per l'americana Carmen Small, arrivata col tempo finale di 28:16.92. La Villumsen succede alla tedesca Judith Arndt che aveva vinto le ultime due edizioni, quella di Copenaghen e quella dello scorso anno a Valkenburg. Giù dal podio l'altra americana, Evelyn Stevens (28:26.96), quinto posto per la tedesca Trixi Worrack (28:19.84), sesta arrivata la danese Annika Lanvgad (28:27.69). Prima delle italiane, 13ma, è giunta Elisa Borghini Longo col tempo finale di 29:11.76 e 17esima posizione per Rossella Ratto in 29:43.21.

La classifica femminile

1° Ellen Van Dijk (NED), 22,06 km in 27’48”18
2° Linda Villumsen (NZL) + 24”10
3° Carmen Small (USA) + 28”74
4° Evelyn Stevens (USA) + 28”78
5° Trixi Worrack (GER)+ 31”56.

La crono uomini junior - Medaglia d'oro per il Belgio nella Cronometro Individuale Uomini Junior: al termine dei 22 km del tracciato di Firenze, a conquistare la maglia iridata è stato Igor Decraene, già vicecampione europeo, che ha fatto registrare il tempo di 26’56”83, alla media di 48,5 km/h. Seconda posizione per il danese Mathias Krigbaum, campione europeo della specialità nel 2012, a 8"66 dal belga. Terzo gradino del podio per lo statunitense Zeke Mostov, a 20"97.

Decraene aveva fatto registrare il miglior tempo fin dal primo intermedio (al km 12,6), 3" meglio di Krigbaum e 7" su Mostov, mentre il britannico Gibson occupava la quarta piazza a 8". Situazione sostanzialmente invariata al secondo rilevamento cronometrico (dopo 17,4 km), con Decraene e Krigbaum sempre molto vicini (5"), terzo Mostov a 15" e quarto il tedesco Stritzinger (a 17"), che scavalcava il britannico Gibson.

Nell'ultimo tratto, Decraene aumentava ancora il proprio vantaggio su Krigbaum, andando a conquistare la maglia iridata, con Mostov che consolidava la terza posizione. A premiarli, sul podio, sono intervenuti Peder Pedersen, membro del Comitato Uci, e Leonardo Sorelli, consigliere del Comitato Organizzatore dei Mondiali di Ciclismo Toscana 2013 .

Le parole del vincitore - "Il tracciato era veloce, io amo i percorsi piatti, di questo genere. Credo proprio che, riguardo alla velocità media, sarebbe stato difficile fare meglio di così. Sapevo che Krigbaum è molto forte in queste gare, lo consideravo l’avversario principale. Le mia caratteristiche? A crono do il meglio, mentre in salita vado discretamente".

La classifica maschile
1° Igor Decraene (BEL) 22,06 km in 26’56”83 a 48,5 km/h di media
2° Mathias Krigbaum (DEN) + 8”66
3° Zeke Mostov (USA) + 20”97
4° Joshua Stritzinger (GER) + 23”64
5° Matthew Gibson (GBR) + 30”16.

Tutti i siti Sky