Caricamento in corso...
28 settembre 2013

Rubate le bici alla Russia. Kolobnev: "La mafia è ovunque"

print-icon
bic

Sono state rubate 16 bici della squadra russa: i tecnici sono al lavoro per prepararne di nuove (Foto dal profilo Twitter di Kolobnev)

MONDIALI 2013. Furto di sedici biciclette della Nazionale russa, che è stata costretta a sostituirle a tempo di record andando a prenderle alla base operativa della Katusha a Lonato. E intanto Kolobnev si sfoga su Twitter...

Brutta sorpresa per i ciclisti russi che partecipano ai campionati mondiali in Toscana che torneranno a casa con un ricordo concreto di uno dei capolavori del neorealismo italiano "Ladri di biciclette": 16 delle loro bici sono state infatti rubate nella notte dai veicoli del team parcheggiati davanti all'albergo di Prato che ospita gli atleti. L'"inconveniente" ha costretto la squadra a sostituire a tempo di record le bici rubate in vista della gara di domenica, andando a prenderle alla base operativa della Katusha a Lonato (Brescia). Per preparare ognuna di essere sono necessarie ore, ma alla fine le bici nuove sono arrivate a destinazione in Toscana.

Kolobnev twitta: "La mafia è ovunque" - Non l'ha presa affatto bene uno dei campioni russi che si è trovato stamani inaspettatamente appiedato, Alexander Kolobnev, che ha affidato a twitter il suo sfogo con l'hashtag "la mafia è ovunque", prospettando la possibilità di non gareggiare. Che si tratti di criminalità organizzata appare improbabile, anche se gli investigatori della squadra mobile della questura di Prato ritengono che il furto non sia certo improvvisato: chi ha rubato le bici ha usato dei furgoni per portarle via e l'operazione sarebbe durata in tutto una quindicina di minuti. Ma che fine possono aver fatto bici cosi' professionali? Il furto delle due ruote dei campioni sarebbe più frequente di quanto si pensi e le possibili destinazioni della refurtiva possono essere paesi esteri o ricchi cicloamatori nostrani desiderosi di allenarsi sui sellini dei campioni: un po' la stessa sorte e destinazione delle opere d'arte rubate.

Il tweet di Kolobnev


Tutti i siti Sky