Caricamento in corso...
06 ottobre 2013

Purito raddoppia, sotto il diluvio rivince il Lombardia

print-icon

Proprio come un anno fa, con uno scatto a poco meno di 10 km del traguardo Rodriguez, deluso dall'argento mondiale una settimana fa, trionfa per il secondo anno consecutivo sul traguardo di Lecco. Alle sue spalle Valverde. Deludono gli azzurri

Purito raddoppia. Il grande deluso del Mondiale di Firenze vince per il secondo anno consecutivo, sotto il diluvio l'edizione numero 107 del Giro di Lombardia. Proprio come un anno fa, con uno scatto a poco meno di 10 km del traguardo Rodriguez, argento una settimana fa, trionfa in solitario sul traguardo di Lecco. Alle sue spalle, l'altro grande deluso di Firenze, il connazionale Alejandro Valverde. Terzo il polacco Rafal Majka.

Deludono ancora una volta gli azzurri. Nibali cade e si ritira a 92 km dall'arrivo, portato in ospedale non ha riportato fratture. Fuori dalla corsa anche Scarponi per problemi di stomaco. Il primo degli azzurri è Gasparotto quinto. Ottavo Pellizotti, nono Santaromita. L'ultimo successo italiano risale al 2008 e porta la firma di Damiano Cunego.

Numero 1 di nome e di fatto. Con il numero 1 sulle spalle, Joaquin Rodriguez va a vincere il Giro di Lombardia con un'azione fotocopia dell'edizione 2012 e ritorna ad essere il numero 1 della classifica World Tour scavalcando Chris Froome.

L'ordine d'arrivo:

1. Joaquim Rodríguez (Katusha) 6h10:18
2. Alejandro Valverde (Movistar) a 17"
3. Rafal Majka (Saxo Tinkoff) a 23"
4. Daniel Martin (Garmin Sharp) a 45"
5. Enrico Gasparotto (Astana)
6. Dani Moreno (Katusha) a 55"
7. Pieter Serry (Omega Quick Step)
8. Franco Pellizotti (Androni Venezuela)
9. Ivan Santaromita (BMC)

10. Robert Gesink (Team Belkin)

Tutti i siti Sky