Caricamento in corso...
25 febbraio 2014

E anche Roche entra nella Hall of Fame del Giro d'Italia

print-icon
ste

Il campione irlandese Stephen Roche impugna il trofeo del vincitore del Giro d'Italia (Getty)

In Irlanda del Nord, il vincitore del Giro d'Italia 1987 (anno in cui trionfò anche al Tour e al Mondiale su strada) ha raggiunto Eddy Merckx e Felice Gimondi, insigniti del prestigioso riconoscimento rispettivamente nel 2012 e 2013

Stephen Roche è entrato nella Hall of Fame del Giro d'Italia. Nella location del Causeway Hotel di Bushmills in Irlanda del Nord, il vincitore del Giro d'Italia 1987 ha raggiunto Eddy Merckx e Felice Gimondi, insigniti del prestigioso riconoscimento rispettivamente nel 2012 e 2013. Un omaggio al campione irlandese che coincide con la partenza del Giro d'Italia in programma il prossimo 9 maggio dall'Irlanda (conclusione a Trieste domenica 1° giugno).

Stephen Roche, nato a Dublino il 28 novembre 1959, è stato professionista dal 1981 al 1993. Nel 1987 oltre al Giro d'Italia vinse il Tour de France e il campionato del mondo su strada e divenne così, a sorpresa, il secondo ciclista nella storia a vincere Giro, Tour e mondiale nello stesso anno, dopo Eddy Merckx nel 1974. Roche è stato anche il quinto ciclista capace di vincere Giro e Tour nello stesso anno, dopo Coppi, Merckx, Anquetil e Hinault. Seguirono Indurain e Pantani.

"Sono davvero molto onorato da questo riconoscimento, perché porto il Giro d'Italia nel cuore - ha detto Roche -. Il Giro del 1987 fu una grande vittoria e aprì la fantastica striscia di successi di quell'anno magico. Secondo la stampa il capitano unico della Carrera, in quel Giro, avrebbe dovuto essere Visentini ma, in realtà, i miei risultati ottenuti fin da inizio stagione, mi davano le credenziali per puntare a ottenere un buon risultato. Fu davvero un grande successo che, per la prima volta, mi elevò al rango dei campioni del ciclismo. L'occasione della partenza della corsa rosa, prevista per maggio dall'isola d'Irlanda, mi rende ancor più orgoglioso di questa grande onoreficenza".

Tutti i siti Sky