Caricamento in corso...
16 marzo 2014

Tirreno-Adriatico, ancora Contador. Parigi-Nizza a Betancur

print-icon
alb

Alberto Contador ha vinto la sua seconda tappa in questa edizione della Tirreno-Adriatico ed ha conquistato la maglia azzurra

A Guardiagrele lo spagnolo bissa il successo di Cittareale facendo sua la quinta tappa di questa edizione. Il Pistolero è la nuova maglia azzurra. Il colombiano vince la corsa francese. Ultima frazione a Vichot

Uno strepitoso Alberto Contador s'arrampica sul Muro di Guardiagrele, risucchia chi era in fuga e taglia solitario il traguardo della quinta tappa della Tirreno-Adriatico, da Amatrice a Guardiagrele, di 192 km, conquistando la maglia azzurra di leader e mettendo una fortissima ipoteca sul successo finale. Lo spagnolo della Tinkoff-Saxo ha bissato il successo di tappa di ieri, dove c'erano le prime asperità di questa edizione della corsa dei due mari, e fatto intendere a Quintana & Co. che sarebbe stato lui l'uomo da battere oggi. E la prova di forza è arrivata puntuale, con un attacco a una trentina di km che ha via via risucchiato chi era in fuga. L'ultimo a cedere è stato il tedesco Geschke, che faceva parte del gruppetto di 8 che aveva dato inizio a un fuga dove c'era anche Luca Paolini. Niente da fare, e da parecchi chilometri, per il polacco Kwiatkwoski, che poteva già dire addio alla maglia di leader della classifica generale.

In occasione di un primo attacco, con Contador erano scattati anche Nairo Quintana (Movistar) e Jean-Christophe Peraud (AGR2), poi ripresi dal gruppo. Ma è stata questione di un paio di km e lo spagnolo se n'è andato ed ha ripreso Adam Hanesn, altro componente del gruppetto che aveva dato origine alla prima fuiga di giornata. Scollinato il Passo di Lanciano, ecco la discesa, con Contador che tira a tutta, rendendo vano il tentativo di rientro da parte di Quintana, Pozzovivo ed altri. A 8 km dal traguardo Contador e Hansen raggiungono i tre in fuga, King, de la Cruz e Geschke. A 2km dal traguardo King prova a sorprendere tutti e se ne va, ma dopo 800 metri Contador gli è addosso, lo raggiunge e lo stacca, facendo uno sforzo tremendo sul Muro di Guardiagrele. Tiene solo Geschke ma a un km dal'arrivo deve arrendersi anche lui. Per lo spagnolo è il trionfo. Precede Geschke di 6 secondi, quindi di 45 secondi lo statunitense King, poi c'è Hansen a un minuto e via via gli altri. Pozzovivo giunge ottavo, a 1 minuto e 42. In classifica generale Contador ha ora 2 minuti e 8 su Quintana e 2 minuti e 15 sul compagno di squadra Kreuzeger. Il primo degli italiani è Pozzovivo, ottavo a 2 e 56. A due tappe dal termine la Tirreno-Adriatico 2014 può forse già dirsi archiviata.

Parigi-Nizza a Betancur - Il colombiano Carlos Alberto Betancur Gomez (Ag2R-La Mondiale) ha vinto la classifica finale della Parigi-Nizza. Nell'ottava ed ultima tappa della corsa francese, la Nizza-Nizza di 128 chilometri, successo in volata del transalpino Arthur Vichot (FdJ.fr) sullo spagnolo Jose Joaquin Rojas Gil (Movistar) e sul connazionale Cyril Gautier (Europcar); ottavo Betancur, al suo primo centro in una gara a tappe del World Tour. Nel finale, sul Col d'Eze, bel duello tra il campione del mondo in carica, il portoghese Rui Costa (Lampre-Merida), secondo nella generale, ed il lussemburghese Franck Schleck (Trek), poi ripresi dagli inseguitori.

Tutti i siti Sky