Caricamento in corso...
19 luglio 2014

Majka trionfa nel giorno dell'Izoard. Nibali guadagna ancora

print-icon
maj

Rafal Majka ha vinto la 14esima tappa del Tour de France (Getty)

Il polacco vince la 14esima tappa, la seconda frazione alpina di questa edizione. Alle sue spalle, a 24'', arriva la maglia gialla che si conferma sempre più leader. Valverde salva il secondo posto per pochissimo

La temutissima 14esima tappa, la seconda alpina di questo Tour, quella del mitico Col d’Izoard, premia il talento di Rafal Majka. Il polacco della Tinkoff-Saxo arriva da solo sull’inedito arrivo di Risoul e conquista una delle più belle e meritate vittorie della sua carriera, la seconda in assoluto di un polacco al Tour. Majka è stato bravissimo a resistere anche al ritorno di Vincenzo Nibali nel finale, che si conferma sempre più padrone di questa Grande Boucle. E chiude secondo a 24’’ da Majka continuando a guadagnare su Valverde e compagni. Terzo il francese Peraud.
A 3,5 km dall’arrivo la maglia gialla ha salutato il gruppo dei migliori ed è andato all’attacco staccando tutti. Il siciliano si è dimostrato ancora una volta il più forte di tutti. Con Valverde in grande difficoltà. Lo spagnolo conserva il secondo posto in classifica Generale per pochissimo (13'') e ora dovrà guardarsi le spalle dai vari Bardet, Pinot e Van Garderen per una piazza sul podio finale di Parigi. La tappa, dura fin dalle prime battute, è stata caratterizzata da una fuga partita al km 16 con Alessandro De Marchi, esaltato dal numero rosso del più combattivo della 13esima tappa, e Purito Rodriguez grandi protagonisti.
Altra giornata no per il capitano del Team Sky Richie Porte, che dopo la crisi di ieri, continua a soffrire in salita. Male anche Van Den Broeck che esce dai primi 10 della Generale. Le Alpi non fanno sconti. Il Tour è sempre più nelle mani e soprattutto nei pedali di Vincenzo Nibali. Si lotta ormai solo per un posto sul podio.

Tutti i siti Sky