Caricamento in corso...
22 luglio 2014

Il Tour degli altri: una Grande Boucle per ultra-trentenni

print-icon
rog

Michael Rogers, vincitore della 16.a tappa del Tour de France (Foto Getty)

Mentre Nibali corre da solo, ci sono altri corridori che stanno lasciando il segno in questa edizione della corsa francese, come Rogers e Peraud. Ma non guardate la loro carta d'identità, perché l'età (qui) non conta

di Francesco Pierantozzi

Nibali corre da solo: sicuro, sereno, solido. Non resta che trovare altri argomenti, a partire dal Tour degli altri. Rogers, per esempio. Sa fare tutto, vince sullo Zoncolan e sui Pirenei nello stesso anno, si è messo 3 volte la maglia di campione del mondo a cronometro, quando si trova davanti è un killer, non sbaglia mai (2 tappe al giro 2014), pedala con la testa come pochi, liberato dall’ingombrante presenza di Contador ha centrato l'obiettivo, scegliendo tappa e fuga giuste.

Ma perché Michael Rogers, corridore completo (…e non è un modo di dire..) non ha mai provato a fare classifica fino in fondo? Qualcuno dirà che nel 2006 è arrivato 9° al Tour e che ha perso un Giro della Svizzera nel 2005 solo all'ultima tappa, battuto da Aitor Gonzalez; certamente negli ultimi 5-6 anni ha monetizzato le sue qualità mettendosi al servizio di altri capitani: guadagno bene e rinuncio a pensare in grande.

Discorsi "vecchi" ormai per l'australiano un po' italiano di costruzione, Mapei, e di moglie: va per i 35 anni anche se l’età non è un ostacolo insormontabile. Prendete Jean Cristophe Peraud, di anni ne ha 37, è passato professionista a 33 per non perdere il posto di lavoro da ingegnere all’Areva, azienda che produce energia, nucleare soprattutto, e per non rinunciare completamente alla mountain bike che gli ha dato l'argento alle Olimpiadi di Pechino. Peraud è quarto in classifica, Peraud è forte a cronometro, più di Pinot, il migliore con Nibali in salita (…ma col difetto-paura della discesa..), Peraud non molla mai. Peraud sa fare tutto con la classifica in testa e la voglia di pensare in "proprio", in grande…

Tutti i siti Sky