Caricamento in corso...
25 luglio 2014

Tour, Navardauskas dopo il diluvio. Nibali in controllo

print-icon
tou

L'esultanza di Ramunas Navardauskas sul traguardo di Bergerac. Il giovane lituano, classe '88, non è nuovo a imprese del genere: ha vinto nel 2013 la tappa del Giro d'Italia dedicata al Vajont (Getty)

Il lituano della Garmin scatta nel finale e beffa i velocisti con una bella azione solitaria nella 19a frazione, con arrivo a Bergerac dopo 208,5 chilometri bagnati. Caduta per Sagan e Bardet ai -2. Per la maglia gialla un giorno in meno verso il trionfo

Un giorno in meno verso il trionfo al Tour de France. Un giorno di pioggia, di tensione, passato a stare per 208 chilometri tra i primi venti del gruppo, per evitare guai. È stata così la 19esima tappa di Vincenzo Nibali. Si correva da Maubourguet Pays du Val d'Adour a Bergerac. Senza salite vere, ma è stata comunque una giornata non banale, per colpa del meteo. Superati anche i brividi della strada bagnata, Parigi è dietro l'angolo. All'appello mancano solo i 54 km della cronometro di domani, sabato, e la passerella verso la capitale francese, domenica.

Navardauskas da solo - Sotto il diluvio ci ha pensato Ramunas Navardauskas a dare spettacolo, beffando tutti i velocisti in una tappa che sembrava destinata all'arrivo allo sprint. Il lituano della Garmin è partito in contropiede ai 12 km dall'arrivo, in cima all'ultimo dentello di giornata, proprio mentre veniva ripreso il compagno di squadra Slagter. Il suo bel tentativo in solitaria è premiato dal successo: le squadre dei velocisti non riescono ad organizzarsi e soprattutto Navardauskas vola, con le sue lunghe leve, verso un successo meritato. Secondo, primo dei velocisti, il tedesco John Degenkolb davanti a Kristoff, Renshaw, Bennati e Petacchi.

Caduta nel finale - Pochi metri dopo il cartello dei meno 3 km al traguardo, appena dentro il tratto in cui viene presa la neutralizzazione dei tempi, una brutta caduta ha messo fuori gioco lo slovacco Peter Sagan e mandato per terra anche il francese Romain Bardet, quinto della classifica generale. La caduta ha frammentato il gruppo, ma - come previsto - i tempi sono stati neutralizzati dalla giuria e la classifica non è cambiata di una virgola.

Fuga senza fortuna - Dopo pochi chilometri se n'erano andati in cinque: Gerard (Bretagne), Elmiger (IAM Cycling), Slagter (Garmin), Gautier (Europcar), Taaramae (Cofidis). Le squadre dei velocisti - determinati a sfruttare l'insolita occasione nell'ultima settimana di Tour - hanno lasciato zero spazio e un vantaggio massimo di soli 3'40". Ultimo ad arrendersi è Slagter, ripreso a poco meno di 13 km dall'arrivo, in cima all'ultima salitella prevista dal percorso. Proprio dove è scattato Navardauskas.

Ordine d'arrivo della 19esima tappa, Maubourguet - Bergerac, 208,5 km:
1. NAVARDAUSKAS Ramunas    97    GARMIN - SHARP    04h 43' 41''   
2. DEGENKOLB John    104    TEAM GIANT-SHIMANO    04h 43' 48''    + 00' 07''
3. KRISTOFF Alexander    23    TEAM KATUSHA    04h 43' 48''    + 00' 07''
4. RENSHAW Mark    OMEGA PHARMA-QUICK STEP    04h 43' 48''    + 00' 07''
5. BENNATI Daniele    32    TINKOFF-SAXO 04h 43' 48''    + 00' 07''
6. PETACCHI Alessandro    76    OMEGA -QUICK STEP    04h 43' 48''    + 00' 07''
7. DUMOULIN Samuel    84    AG2R LA MONDIALE    04h 43' 48''    + 00' 07''
8. SIMON Julien    178    COFIDIS, SOLUTIONS     04h 43' 48''    + 00' 07''
9. VANMARCKE Sep    68    BELKIN PRO CYCLING    04h 43' 48''    + 00' 07''
10. ROELANDTS Jurgen    138    LOTTO-BELISOL    04h 43' 48''    + 00' 07''

Classifica generale provvisoria:
1. NIBALI Vincenzo    ASTANA PRO TEAM    85h 29' 33''
2. PINOT Thibaut    FDJ.FR    + 07' 10''
3. PÉRAUD Jean-Christophe    AG2R LA MONDIALE    + 07' 23''
4. VALVERDE BELMONTE Alejandro    MOVISTAR TEAM    + 07' 25''
5. BARDET Romain    AG2R LA MONDIALE    + 09' 27''
6. VAN GARDEREN Tejay    BMC RACING TEAM    + 11' 34''
7. MOLLEMA Bauke    BELKIN PRO CYCLING    + 13' 56''
8. TEN DAM Laurens    BELKIN PRO CYCLING    + 14' 15''
9. KONIG Leopold    TEAM NETAPP-ENDURA    + 14' 37''
10. ZUBELDIA AGIRRE Haimar    TREK FACTORY RACING    + 16' 25''

Tutti i siti Sky