Caricamento in corso...
03 settembre 2014

Vuelta, entusiasmante Aru. Seconda vittoria azzurra

print-icon

L'undicesima tappa con arrivo in salita porta la Vuelta in Navarra. La vince il corridore sardo con uno scatto a un chilometro dalla fine. Contador ancora leader. In avvio Quintana, vittima di un'altra caduta, si era ritirato dalla corsa

L’undicesima tappa della Vuelta porta i corridori nella terra di Indurain, in Navarra. E sulle sue strade vince il nostro Fabio Aru che ha fatto il vuoto con uno scatto poderoso a un chilometro dall’arrivo.
Il ritiro di Quintana - Il giorno dopo la cronometro, la frazione  da Pamplona a San Miguel de Aralar in Navarra offre ancora spettacolo. La tappa di 153,4 chilometri in apertura offre già la prima sorpresa. Dopo la caduta di ieri Nairo Quintana al 20esimo chilometro cade ancora e si procura una frattura alla spalla. E’ costretto a ritirarsi dalla corsa con Steve Morabito, lo svizzero della Bmc.

Lotta anche sui traguardi volanti - Ma la lotta alla Vuelta c’è anche sui traguardi volanti: quello al 59esimo chilometro lo vince Valverde, marcato stretto da Contador: il corridore della Movistar recupera sul leader della classifica un secondo. Subito dopo va via una fuga con cinque uomini. Uno di loro Kiryienka del Team Sky al 99esimo chilometro va via da solo. Sarà ripreso poco dopo l’inizio dell’ultima salita verso San Miguel de Aralar in Navarra. A sei chilometri dall’arrivo, dopo il forcing del Team Sky per Chris Froome, cominciano gli scatti. Va via Barguil, poi Gesink e Navarro. Quando parte Daniel Martin (a 3,4 chilometri dall’arrivo), però, Contador lo marca stretto.

La vittoria di Aru - Nel finale la salita riserva pendenze anche del 14%. E si accende la bagarre: prima un tentativo di Chris Froome, poi di Contador e del nostro Fabio Aru che a un chilometro dall’arrivo fa il vuoto e stacca tutti. Contador ha conservato la maglia rossa. L'azzurro dell'Astana è ora settimo in classifica generale a 2'13''.

Tutti i siti Sky