Caricamento in corso...
16 settembre 2014

Un'infezione ferma Degenkolb: in ospedale a -12 dal Mondiale

print-icon
deg

In ospedale a pochi giorni dal Mondiale: a dare la notizia su Facebook, martedì pomeriggio, è stato lo stesso fuoriclasse tedesco

Il tedesco della Giant, mattatore della Vuelta con quattro successi di tappa e grande favorito per l'imminente Mondiale di Ponferrada, è ricoverato a Francoforte. Rischia di perdere la gara iridata. Ma su Facebook scrive: "Io continuo a crederci"

di Stefano Rizzato

Quattro vittorie, un’esibizione di potenza dietro l’altra, la maglia verde della classifica finale a punti. La Vuelta di John Degenkolb era stata un trionfo e aveva catapultato il fortissimo tedesco della Giant in cima alla lista dei favoriti per il Mondiale di Ponferrada. Ma i verbi, ora, vanno tutti coniugati al passato e al condizionale. Perché Degenkolb è finito in ospedale. Causa: un’infezione rimediata proprio durante la Vuelta.

A dare la notizia è stato lo stesso fuoriclasse tedesco, su Facebook e con tanto di foto dal letto d’ospedale, a Francoforte. “Avrei preferito scrivervi dei festeggiamenti per la maglia verde – ha scritto Degenkolb – ma nella vita la fortuna e la sfortuna vanno spesso insieme. I miei linfonodi erano diventati grandi quasi quanto delle palline da ping pong e facevo persino fatica a camminare. Una delle ferite (esito di una caduta alla settima tappa, ndr) era molto più profonda di quanto pensassimo e si è creata un’infiammazione sotto la pelle già rimarginata”.

A differenza di altri aspiranti alla maglia iridata, Degenkolb non si è risparmiato e ha portato la Vuelta fino in fondo. Ma potrebbe essere stato un bel guaio, per lui: “Ho dato il massimo fino all’ultima tappa, per non perdere la maglia verde – prosegue – e già la sera dopo avevo brividi e febbre. Una volta a casa, sono andato dal medico e mi ha mandato subito in ospedale, dove mi stanno dando antibiotici. Resterò qui qualche giorno in osservazione, ma continuo ad avere il Mondiale in testa”

La buona notizia, per il tedesco, è che ci sono dodici giorni per recuperare, fino al fatidico 28 settembre della prova in linea a Ponferrada. Facile però immaginare che – anche dovesse farcela a recuperare in tempo – la forma smagliante messa in mostra negli ultimi tempi sarà messa a dura prova dai giorni in ospedale, lontano dagli allenamenti e anche da una vita normale. Di sicuro Degenkolb salterà la cronometro a squadre di domenica prossima, 21 settembre. Per tutto il resto, si vedrà.

Tutti i siti Sky