Caricamento in corso...
24 settembre 2014

Mondiali, Wiggins rompe il dominio di Martin: la crono è sua

print-icon

Il campione britannico del Team Sky conquista il suo primo titolo iridato nella prova contro le lancette. Sui 47 km del tracciato di Ponferrada è suo il miglior tempo, 26" davanti al tedesco (oro dal 2011 al 2013) e 41" all'olandese Dumoulin. Malori sesto

Gli mancava solo questo titolo, in una carriera magnifica, arricchita da tanti successi in pista e su strada e, soprattutto, da quel magico Tour de France del 2012. Il nuovo campione mondiale della cronometro è lui, Bradley Wiggins, il britannico del Team Sky che è anche campione olimpico in carica della specialità. Questa volta Tony Martin - vincitore delle ultime tre edizioni - si è dovuto inchinare alla classe e alla potenza di sir Wiggins ed è rimasto dietro di 26 secondi. Terzo l'altro favorito di giornata, l'olandese Tom Dumoulin, autore di una grandissima prova, ma primo dei "normali".

Un grande duello - Quella di Ponferrada è stata infatti una sfida tra due marziani su pedali, quella tra Wiggins e Martin. Due motori e due pedalate sublimi, davvero grandi interpreti delle prove a cronometro. Mancava Cancellara e il rammarico è stato solo di non aggiungere un terzo sfidante credibile a un duello stellare. Questa volta Martin, come detto, ha dovuto cedere il passo ma non per suoi demeriti. Wiggins è stato l'unico a superare i 50 km/h di media ed è stato davvero imbattibile, coprendo i 47,1 km del tracciato in 56 minuti e 25 secondi.

Adriano Malori buon sesto - Anche l'Italia aveva un'ottima carta da giocare nella crono iridata, quell'Adriano Malori che è ormai stabilmente tra i migliori cronoman del gruppo e che ha da poco vinto l'ultima tappa della Vuelta a España. Per l'azzurro non c'è stato molto da fare contro Wiggins, ma è arrivato un più che discreto sesto posto a 1'12" dall'oro. Certo: l'obiettivo era il podio, che è stato acciuffato invece dal giovane olandese Tom Dumoulin ed è rimasto a 31" di distanza.

Gli altri: bene Kiryenka, male Cataldo
- A sperare a lungo nel podio è stato anche il bielorusso Vasil Kiryienka, altro corridore del Team Sky, che è rimasto primo a lungo, proprio fino all'arrivo degli ultimi tre corridori a prendere il via: Dumoulin, Wiggins e Martin. Per Kiryienka una mezza beffa: alla fine è stato quarto a 48" dal compagno di squadra e soli sette dal bronzo. Non bene invece Dario Cataldo, l'altro azzurro, solo 30esimo a 3'25" da Wiggins.

La classifica finale:
1    Bradley WIGGINS    GBR    GBR    56:25:00
2    Tony MARTIN    GER    GER    a 26"
3    Tom DUMOULIN    NED    NED    a 41"
4    Vasil KIRYIENKA    BLR    BLR    a 48"
5    Rohan DENNIS    AUS    AUS    a 58"
6    Adriano MALORI    ITA    ITA    a 1'12"
7    Nelson Filipe SANTOS SIMOES OLIVEIRA    POR    POR    a 1'22"
8    Anton VOROBYEV    RUS    RUS    a 1'30"
9    Jan BARTA    CZE    CZE    a 1'43"
10    Jonathan CASTROVIEJO NICOLAS    ESP    ESP    a 1'44"

Tutti i siti Sky