Caricamento in corso...
12 aprile 2015

Ciclone Degenkolb, dopo la Sanremo è sua anche la Roubaix

print-icon

Il tedesco trionfa anche nella classica del pavé. Nel giorno dell'ultima apparizione di Wiggins, nel velodromo della cittadina francese il ciclista della Giant non ha fatto sconti a Stybar e Lampaert

La Roubaix non è mai banale. E non poteva essere da meno neppure l'edizione numero 113. La classica del pavé. Quella che sanciva l'addio alle corse su strada di Bradley Wiggins. Con il baronetto britannico del Team Sky protagonista in più di un frangente della corsa. Il primo a tagliare il traguardo nel velodromo di Roubaix però è stato ancora una volta John Degenkolb. Dopo la Sanremo, il ciclista della Giant-Alpecin fa sua anche la Roubaix. Alle spalle di Degenkolb, Zdenek Stybar, secondo, e Greg Van Avermaet, terzo. Lontani dai primi gli italiani. Doppietta Degenkolb - E', dunque, il tedesco il successore dell'olandese Niki Terpstra nell'albo d'oro della corsa tanto amata dal compianto Franco Ballerini. La corsa che gli italiani non vincono dal 1999, quando Andrea Tafi bissò il successo proprio di Ballerini dell'anno precedente. Degenkolb ha regolato allo sprint un gruppetto di sette corridori con Lampaert, Stybar e Van Avermaet tra gli altri, che era entrato nel velodromo della cittadina francese a giocarsi la vittoria finale. Alla fine la spunta il tedesco, che dopo il successo alla Sanremo ha messo il suo nome anche nell'albo d'oro di questa classica del Nord.
Passaggio a livello chiuso - Incredibile episodio: a circa 85 km dal traguardo finale, un passaggio a livello ferroviario si chiude all'improvviso spezzando in due il gruppo. Da una parte quelli che riescono a passare in extremis, dall'altra i ciclisti bloccati dalla polizia. Pochi secondi dopo, passa un treno.
Ordine d'arrivo della 113/a Parigi-Roubaix: 1. John Degenkolb (Ger/Giant-Alpecin) 5h49'51" 2. Zdenek Stybar (Cec/Etixx-Quick Step) s.t. 3. Greg Van Avermaet (Bel/Bmc) s.t. 4. Lars Boom (Ola) s.t. 5. Martin Elmiger (Svi) s.t. 6. Jens Keukeleire (Bel) s.t. 7. Yves Lampaert (Bel) a 7" 8. Luke Rowe (Gbr) a 28" 9. Jens Debusschere (Bel) a 29" 10. Alexander Kristoff (Nor) a 31".

Tutti i siti Sky