Caricamento in corso...
09 maggio 2015

Cronosquadre all'Orica GreenEdge, Gerrans prima maglia rosa

print-icon

Al termine della San Lorenzo al Mare-Sanremo è proprio l'australiano, vincitore della Classicissima nel 2012, a vestire la maglia di leader. Secondo posto per la Tinkoff-Saxo di Contador, terza l'Astana di Aru. Nono il Team Sky

La prima tappa del 98esimo Giro d'Italia va alla Orica GreenEdge. La prima maglia rosa è dell'australiano Simon Gerrans, già vincitore della Sanremo 2012. Come da pronostico sono stati gli australiani a far loro la cronosquadre che ha aperto questa edizione della corsa rosa. Gerrans e compagni hanno percorso i 17,6 km che dividono San Lorenzo al Mare da Sanremo in 19 minuti e 26 secondi precedendo di 7'' la Tinkoff-Saxo di Contador e l'Astana di Fabio Aru, terza a 13''.
Nono il Team Sky - Ottima prova dunque per l'Astana di Fabio Aru che ha chiuso terza. Quarto posto per la belga Etixx-Quick step di Rigoberto Uran Uran, a 19"; la spagnola Movistar di Giovanni Visconti, a 21"; la svizzera Iam cycling di Sylvain Chevanel, a 25". Un po' più attardato il Team Sky, nono a 27''. Domani la seconda frazione, la Albenga-Genova di 177 chilometri adatta ai velocisti.
Prima esclusione - George Bennett non ha preso parte al 98esimo Giro d'Italia. Il neozelandese, che avrebbe avuto il dorsale numero 182, è stato fermato dalla sua squadra, la Lotto-Jumbo, per un livello troppo basso di cortisolo emerso da un controllo Uci. Il corridore 'kiwi' in realtà avrebbe potuto gareggiare per i regolamenti della federazione internazionale ma la formazione olandese l'ha fermato in virtù della sua adesione all'Mpcc, il movimento francese per il ciclismo credibile. Bennett, dunque, dovrà restare senza corse per otto giorni e poi ripetere i controlli. La Lotto-Jumbo ha gareggiato oggi nella cronosquadre che ha inaugurato la corsa rosa con otto atleti.

Tutti i siti Sky