Caricamento in corso...
28 maggio 2015

Il Giro arriva a Verbania, tappa col "veleno" in coda

print-icon
tap

La 18.a tappa del Giro d'Italia

Tappa pianeggiante con una buona dose di saliscendi nel finale. Si parte da Melide (Svizzera) attraverso un percorso lungo 170 chilometri. I primi 125 chilometri sono agevoli, poi la salita del Monte Ologno, in discesa e poi l'arrivo

Tappa pianeggiante, con una buona dose di veleno nella coda. La 18.a frazione porterà il 98° Giro d'Italia di ciclismo da Melide (Svizzera) a Verbania, attraverso un percorso lungo 170 chilometri. La tappa è divisa nettamente in due parti. I primi 125 chilometri sono sostanzialmente pianeggianti, da Melide lungo le rive del lago di Lugano, per rientrare in Italia, attraversare Varese e Sesto Calende, per portarsi sulle rive del lago Maggiore, che verrà costeggiato attraverso Arona e Stresa, fino ad attraversare Mergozzo e una prima volta Verbania, passando nei pressi del traguardo. Da segnalare, negli attraversamenti cittadini, numerosi ostacoli urbani, come rotatorie, dossi e spartitraffico. Dopo Verbania, i corridori affronteranno la salita di Monte Ologno, con pendenze molto elevate (9 per cento medio fino a un massimo del 13). La prima parte della discesa è tortuosa e tecnica, ma di lieve pendenza (raggiunta l'Alpe Segletta), con una seconda parte più larga e agevole. La discesa si concluderà a 5 chilometri dall'arrivo.

Gli ultimi 17 chilometri verranno affrontati su una strada larga e ben asfaltata - un'ex ferrovia - che porta da Premeno a Verbania (con pendenze intorno al 5 per cento) in discesa fino a 5 chilometri dall'arrivo nell'abitato di Verbania. Verranno superate alcune rotatorie e spartitraffico, fino al lungolago che costituisce gli ultimi 3,5 chilometri senza ostacoli particolari. L'arrivo e' su un rettilineo asfaltato lungo 200 metri e largo 6,5.

I corridori torneranno in Italia dalla Svizzera attraverso la provincia di Varese, quindi si sposteranno in provincia di Novara e Verbania. Due le regioni interessate dalla corsa: Piemonte e Lombardia. Due anche i traguardi volanti: il primo dopo 80,9 chilometri, a Stresa; il secondo dopo 103,6 chilometri, a Bieno. Un solo Gran premio della montagna: dopo 134,4 chilometri, sul Monte Ologno, a quota 1.168 metri (1/a categoria): la salita e' lunga 10,4 chilometri, presenta un dislivello di 931 metri, una pendenza media del 9 per cento e massima del 13.

Il ritrovo di partenza è posto in via Alla Bola, a Melide, fra le 11,20 e le 12,45, il via verrà dato dalla N2 di Bissone, alle 12,55. L'arrivo è previsto in piazza Garibaldi, a Verbania, fra le 17 e le 17,30. Altre due volte Verbania è stata sede d'arrivo di una tappa del Giro d'Italia di ciclismo: nel 1952 (vittoria dello svizzero Schaer) e nel 1992, quando vinse Franco Chioccioli.

404
  1. Altro

Pagina non disponibile

La pagina richiesta non è stata trovata

Potresti aver digitato un indirizzo errato
o quello di una pagina rimossa o spostata a un nuovo indirizzo

Tutti i marchi Sky e i diritti di proprietà intellettuale in essi contenuti, sono di proprietà di Sky international AG e sono
utilizzati su licenza. Copyright ©2016 Sky Italia - P.IVA 04619241005 - Segnalazione abusi

Hai dimenticato i tuoi dati di accesso? Clicca qui

Non sei registrato? Registrati ora

Recupera password
Ti informiamo che a breve riceverai una e-mail che ti permetterà di modificare la tua password
Aggiorna indirizzo email
Calcola codice fiscale
Aggiorna indirizzo email
E' stata inviata una email di conferma al nuovo indirizzo che hai specificato, la procedura di aggiornamento sarà completa non appena selezionerai il link di conferma.
Aggiorna indirizzo email
Si è verificato un errore durante la procedura di aggiornamento. Riprovare più tardi
Caricamento in corso...
404 No resource found

Tutti i siti Sky