Caricamento in corso...
19 agosto 2015

Caruso sospeso: positivo all'Epo dopo un controllo del 2012

print-icon
car

L'Uci ha comunicato la non negatività al ciclista del team Katusha dopo aver rianalizzato un campione, raccolto il 27 marzo 2012, alla luce dei nuovi sviluppi scientifici. Il corridore è stato sospeso in attesa delle controanalisi

Ancora un caso di doping nel ciclismo italiano. L'Uci ha annunciato di aver notificato a Giampaolo Caruso il risultato anomalo di una analisi (presenza di eritropoietina - Epo) in un campione raccolto durante un controllo fuori competizione il 27 marzo 2012. Il campione è stato conservato e rianalizzato in base ai nuovi sviluppi scientifici. Il corridore, che ha diritto a chiedere le controanalisi, è stato sospeso in base al regolamento Antidoping dell'Uci. Per continuare a combattere la lotta al doping la federazione ciclistica internazionale ha da tempo stabilito che i campioni prelevati nelle più grandi manifestazioni possano essere conservati per dieci anni e rianalizzati alla luce di nuove situazioni, di dubbi sollevati dal passaporto biologico, di nuovi metodi scientifici e di nuovi sviluppi.

Tutti i siti Sky