Caricamento in corso...
10 settembre 2015

Aru attacca, ma Dumoulin non molla. A Riaza vince Roche

print-icon
fab

Fabio Aru ha provato a mettere in difficoltà Dumoulin sull'ultima salita della 18esima tappa (Getty)

La Vuelta è sempre più una sfida a due. Sul Puerto de la Quesera il sardo prova a staccare la maglia rossa che resiste senza grosse difficolta. Sul traguardo della 18esima tappa fa festa l'irlandese del Team Sky che batte in volata Zubeldia

Fabio Aru non molla la Vuelta, il capitano dell’Astana ha provato a mettere in difficoltà Dumoulin anche nel corso della 18esima tappa, ma la maglia rossa non ha mollato di un centimetro. A Rioza l’ha spuntata Nicolas Roche. Ma il vero spettacolo lo danno gli uomini di classifica che nell’ultimo tratto in salita si sono dati battaglia. Aru su tutti.

Al termine dei 204 km della Roa-Rioza fa festa Nicolas Roche. Per il ciclista del Team Sky, che ha battuto nello sprint a due Zubeldia, è il secondo successo in carriera alla Vuelta. Il gruppo dei migliori arriva a 38'' dall'irlandese. A 18 km dal traguardo arriva l’attacco di Fabio Aru sul Puerto de la Quesera, resistono in pochi: i migliori. C’è anche Dumoulin che francobolla la ruota del sardo. Ci provano anche Valverde e Nieve. Ma arrivano tutti insieme al traguardo. La sensazione è che Aru abbia provato a testare la ruota della maglia rossa in vista delle prossime tappe. Dumoulin resta sempre in vetta alla classifica generale con 3'' di vantaggio su Aru. La Vuelta è tutt’altro che finita. La strada da qui a Madrid è ancora molto lunga.

 

Tutti i siti Sky