Caricamento in corso...
11 marzo 2016

Tirreno Adriatico 2016, sprint irresistibile di Gaviria

print-icon
tir

Terza frazione da Castelnuovo val di Cecina a Montalto di Castro per 176 chilometri su un tracciato adatto ai velocisti. Fuga infinita (per 170 km) di quattro corridori ma il gruppo si ricompatta nel finale e vittoria in volata del colombiano, terzo Elia Viviani

Terza tappa della Tirreno in Toscana, da Castelnuovo val di Cecina (Pisa) a Montalto di Castro (Viterbo) per 176 chilometri su un tracciato adatto ai velocisti. Fuga infinita (per 170 chilometri) a quattro di Giorgio Cecchinel, Davide Villella, Adrian Honkisz e Domingo Gonçalves. Ma il gruppo si ricompatta a circa duemila metri dal traguardo e alla fine la spunta allo sprint Fernando Gaviria con una volata sontuosa. Alle sue spalle Caleb Ewan, Elia Viviani del Team Sky e Peter Sagan. Il ceco Zdnek Stybar (compagno di squadra di Gaviria) rimane leader della classifica generale.

Il 22enne sudamericano della Etixx-Quick step ha vinto in volata essendo fresco del titolo di campione del mondo nell'Omnium, che aveva già vinto nel 2015. Il corridore, nato a una cinquantina di chilometri da Medellin ha costretto Sagan, il campione del mondo in carica su strada, ancora una volta, a cedere (giovedì era arrivato secondo) proprio negli ultimi metri. La tappa è stata scandita come detto dalla fuga del polacco Honkisz (Ccc-Sprandi), di Cecchinel (Androni-Sidermec), del portoghese Gonçalves (Caja rural) e di Villella (Cannondale): i quattro sono stati ripresi soltanto a 1.500 metri dal traguardo. Sabato è in programma la quarta tappa, con partenza da Montalto di Castro e arrivo Foligno (Perugia): si gareggerà su un percorso lungo 222 chilometri, nella frazione più lunga della Tirreno-Adriatico edizione 2016. Il finale non è complicato, ma bisognerà fare attenzione al Gp della montagna, posto su Montefalco, che dista solo 15 chilometri dall'arrivo: nella salita verranno toccate punte del 18 per cento.

Tutti i siti Sky