Caricamento in corso...
14 maggio 2016

Tappa e maglia rosa a Brambilla. Crolla Dumoulin

print-icon
gia

Gianluca Brambilla sullo sterrato dell'Alpe di Poti

Il ciclista della Quick Step trionfa sul traguardo di Arezzo e conquista la prima maglia di leader della sua carriera al Giro. Sullo sterrato dell’Alpe di Poti attacca Valverde, tiene Nibali, va in crisi l’olandese

Lo sterrato dell’Alpe di Poti incorona Gianluca Brambilla. Il ciclista della Quick Step con una fuga partita da lontano fa sua la Foligno-Arezzo e conquista la maglia rosa. E’ stata una tappa, l’ottava, all’insegna delle emozioni. Tanto per la lotta per la vittoria di tappa quanto per il duello tra gli uomini di classifica. Inevitabile che a fare la differenza dei 186 km di questa frazione siano stati i 6,5 km di sterrato sull’Alpe di Poti.


6,5 km di puro spettacolo per Valverde, con Nibali che non gli lascia un metro. 6,5 km di grande sofferenza per l’olandese in maglia rosa. Fa fatica anche il capitano del Team Sky Landa. Lo spagnolo della Movistar attacca di continuo, regge Nibali che sembra aver messo da parte le difficoltà di Roccaraso, ma non Dumoulin. L’olandese, grande protagonista in Abruzzo, crolla e si stacca subito dal gruppo dei migliori. Davanti a tutti però c’è Gianluca Brambilla. Un vero e proprio capolavoro quello del ciclista lombardo che all’inizio dello sterrato saluta i compagni di fuga e parte in un’azione meravigliosa che gli consegna il primo successo di tappa al Giro e la prima maglia rosa della sua carriera. Montagutti è secondo con 1'06'' di ritardo dal vincitore di tappa, terzo Moser. Il gruppo di Nibali, Valverde e Landa arriva con circa 1'40'' di ritardo. Domuolin giunge sul traguardo con quasi 3 minuti di ritardo da Brambilla. La classifica generale vede Brambilla in testa davanti a Zakarin e Kruijswijk. Valverde è quarto, Nibali quinto con un ritardo di 45''. Dumoulin è ora undicesimo con un ritardo di 1’05’’.

Tutti i siti Sky