Caricamento in corso...
02 settembre 2008

Ecclestone: "Raikkonen non ha mai amato la F1"

print-icon
rai

Il patron della Formula 1 si scaglia contro il campione del mondo della Ferrari: "Massa è rapido, ma Kimi non dovrebbe essere troppo lontano da lui". Il finlandese però non ha intenzione di mollare: "A Spa reagirò come dopo un brutto voto a scuola"

COSI' IL GP DEL BELGIO SU SKY

IL NOSTRO FORUM DEDICATO ALLA FORMULA 1!

Tutti contro Kimi -
Bernie Ecclestone si unisce al coro di critiche nei confronti del campione del mondo, il ferrarista Kimi Raikkonen, reduce da una serie di gare sottotono che lo hanno un po' allontanato dal vertice della classifica mondiale. "Credo che sia un pilota fantastico con un talento straordinario - dice il patron della Formula 1 a 'Marca' - ma non posso credere al modo in cui sta guidando in questo periodo. Massa è rapido, però Kimi non dovrebbe essere troppo lontano da lui". Quindi, la stoccata finale: "Non so - conclude Ecclestone - se sia mai stato veramente innamorato di questo sport". 

La risposta di Raikkonen - "Solitamente lascio Spa con un gran risultato". Il finlandese sembra piuttosto carico in vista del
prossimo Gp e la voglia di rispondere sulla pista alle critiche
non manca. "Oggi, considerato quello che e' accaduto nelle
ultime gare, ne ho bisogno piu' che mai. L'ultima gara, ad
esempio, e' una di quelle che vanno dimenticate in fretta.
Dispiace essere coinvolto in tanti momenti negativi ma sono
cose che possono accadere: non e' stata la prima volta e non
sara' l'ultima nella mia carriera, bisogna solamente convivere
con certe situazioni".

Pronto a reagire - E ha osservato: "Quando andavo a scuola,
non era piacevole tornare a casa dopo aver preso un brutto voto
dopo un'interrogazione. Tutto quello che si poteva fare era
impegnarsi di piu' per fare meglio la volta successiva. Anche oggi, quello che posso fare e' reagire a una situazione negativa". Dopo Valencia, ha continuato, "mi sono allenato molto a casa mia in Svizzera e poi sono andato a Monza per una giornata di test. Le prove sono andate bene: abbiamo testato alcune nuove soluzioni e il pacchetto sembra essere complessivamente migliorato. Detto questo, potremo come sempre avere un'idea dei rapporti di forza in campo solamente dopo le qualifiche di Spa perche' non si sa mai quanta benzina si ha a bordo durante i test. Peraltro, credo che la lotta sara' molto serrata, non basta certo un test per cambiare il trend di un anno".

Su Spa - "Ho soltanto bei ricordi di questa gara. Naturalmente, sarebbe fantastico vincerla per la quarta volta consecutiva: considerato che non arrivo davanti a tutti da diversi mesi, un successo mi aiuterebbe a tornare in piena corsa per il titolo dopo la delusione di Valencia. L'anno scorso, nella seconda parte, siamo riusciti a trovare un buon bilanciamento della vettura e a vincere diverse gare. Ora dobbiamo fare la stessa cosa perche' bisogna iniziare a ridurre il distacco dalla testa della classifica". Non e' impossibile, ha sottolineato, "13 punti sono tanti ma l'anno scorso ne avevo addirittura 17 di ritardo con due gare da disputare. Il risultato delle qualifiche sara' fondamentale.

Tutti i siti Sky