Caricamento in corso...
23 settembre 2008

Hamilton, la Fia respinge il ricorso McLaren

print-icon
ham

A Spa il britannico era stato penalizzato per un taglio di chicane. La Corte ha deciso che ''il ricorso è inammissibile'', lasciando invariata la classifica del Mondiale con Lewis in vantaggio su Massa per un punto. Domenica si corre a Singapore

Nel Gp disputato a Spa lo scorso 7 settembre, Hamilton era stato penalizzato per le manovre compiute nelle fasi finali della gara, quando era stato impegnato in un duello con il ferrarista Kimi Raikkonen. Il pilota inglese aveva superato il campione del mondo dopo aver tagliato una chicane. Quindi, aveva ceduto la prima posizione al finlandese. Alla prima opportunita', pero', il driver della McLaren aveva attaccato nuovamente con successo la F2008. Secondo i commissari, Hamilton aveva potuto sfruttare il vantaggio acquisito con la prima manovra irregolare. Secondo la scuderia anglotedesca, invece, la condotta del driver era stata giudicata corretta dal delegato tecnico della Fia, Charlie Whiting.

A Hamilton, spiega la Corte d'appello della Fia, "e' stato imposto un drive-through a gara conclusa e secondo l'articolo 16.3 del regolamento sono stati aggiunti 25" al suo tempo complessivo. L'articolo 152 del Codice sportivo internazionale stabilisce che le sanzioni di drive-through non sono appellabili". Per questo, "la Corte ha concluso che il ricorso e' inammissibile". La decisione di oggi lascia invariata la classifica del Mondiale. Hamilton conduce la graduatoria con 78 punti e con 1 lunghezza di vantaggio su Massa.

Tutti i siti Sky