Caricamento in corso...
18 ottobre 2008

Massa storce il naso. Hamilton su di giri: "Pole importante"

print-icon
ham

Hamilton stringe il pugno. Alle sue spalle il rivale Felipe Massa

GP CINA. Il pilota della Ferrari non nasconde la delusione per il terzo piazzamento conquistato nella griglia di partenza: ''E' stato difficile trovare il bilanciamento, ho avuto problemi nella terza manche''. Soddisfatto l'inglese: ''Siamo competitivi''

"Non è stato semplicissimo, abbiamo avuto qualche problema nelle libere. Penso che la McLaren ha fatto meglio nella gestione del giro. Spero di avere un buon ritmo in gara e di migliorare nello stint lungo". Il pilota brasiliano della Ferrari, Felipe Massa, non è molto soddisfatto del suo terzo tempo nelle qualifiche del Gp di Cina dove in pole partirà il suo rivale per il titolo Lewis Hamilton, ma confida di poter migliorare domani in gara. "E' stato difficile per me - aggiunge Massa nella conferenza stampa Fia dopo le prove ufficiali - trovare il giusto bilanciamento. Ho avuto dei problemi nella terza manche. Speravamo di arrivare con entrambe le macchine in prima fila". Abbastanza contento per la seconda piazza in griglia a Shanghai l'altro ferrarista Kimi Raikkonen: "non è stato un fine settimana semplice. Abbiamo provato diversi assetti,  l'ultimo è andato abbastanza bene. E' andata abbastanza bene, ma le McLaren sono molto veloci, vedremo gara come andra'. Siamo  in buona posizione per fare una buona gara domani. Spero che le  cose vadano ancora meglio".

"Avevo molta pressione nell'ultimo  giro, ma l'unica cosa a cui pensavo veramente era a fare un buon  tempo". Il leader del Mondiale con la McLaren Lewis Hamilton è soddisfatto della pole conquistata del Gran Premio di Cina e non nasconde di aver sentito una certa pressione addosso per il  fatto trovarsi nelle fasi decisive della stagione. "E' stato difficile - aggiunge Hamilton - ma sono molto contento d'aver fatto il miglior giro". "Siamo stati competitivi per tutto il weekend, le prove libere sono andate bene e le qualifiche sono state tra le migliori che abbiamo disputato", dice il 23enne di Stevenage. "Nell'ultimo giro ho fatto il possibile per avvicinarmi alla  perfezione". Missione compiuta, visti i 3 decimi abbondanti rifilati  alla Ferrari del finlandese Kimi Raikkonen. Un anno fa, a Shanghai, Hamilton cominciò l'harakiri che gli sarebbe costato il titolo mondiale. Adesso, con un nuovo match point a disposizione, l'inglese dice di non avvertire particolari pressioni. "Non avevo niente in mente, se non il desiderio di far bene in  qualifica. Ero rilassato, ero soddisfatto per il bilanciamento della  mia monoposto e sapevo che potevo ottenere un buon risultato. Certo, non è stato facile: c'è molto equilibrio", aggiunge. Niente panico, insomma. "Stiamo gestendo bene la situazione, penso che si noti. Io posso contare sul sostegno della squadra e della mia famiglia, è fondamentale. Il team sta facendo un lavoro eccellentem speriamo di continuare così".

Tutti i siti Sky