Caricamento in corso...
21 ottobre 2008

Addio alle spese folli: ecco la Formula al risparmio

print-icon
fer

Il volante e i guanti di Kimi adagiati sulla F2008

Ridurre i costi per il 2009 e il 2010: è questa la via intrapresa dalla Fia e dalla Fota. Il piano anticrisi per la F1? Motore unico, ma non solo: anche un pacchetto completo per i team indipendenti per soli 5 milioni di euro, ovviamente chiavi in mano

"Il meeting di oggi a Ginevra ha prodotto significative riduzioni dei costi per il 2009 e il 2010". La Federazione internazionale dell'automobile (Fia) riassume così l'incontro avvenuto oggi a Ginevra con la Fota, l'associazione dei  team di Formula 1. "La Fota -si legge in una nota- sta lavorando con urgenza su ulteriori proposte per il 2010 e per gli anni successivi". Nel brevissimo comunicato congiunto non si fa  riferimento ai termini dell'intesa tra federazione e team. Nell'incontro sono state discusse in particolare 3 opzioni relative all'utilizzo di un motore unico dal 2010.

La prima ipotesi prevede  "un motore omologato prodotto da un singolo fornitore, con gli  attuali costruttori liberi di costruire un identico propulsore (ma non il cambio) soggetto a rigorosi controlli". Secondo la seconda  opzione, "un consorzio di team puo' ottenere da un singolo fornitore  un motore secondo i parametri attuali ma ad un costo sensibilmente  inferiore. I motori di altra provenienza verranno sottoposti a  controlli rigidi con l'obiettivo di eliminare differenze in termini di prestazioni".La terza opzione, "proposta dalla Fota", prevede la cessione di un pacchetto completo dai costruttori ai team indipendenti: per  "meno di 5 milioni di euro" l'acquirente avrebbe a disposizione  motore e trasmissione, oltre a 30.000 km di test e a tutta l'assistenza necessaria

Tutti i siti Sky