Caricamento in corso...
05 novembre 2008

Alonso in Renault fino al 2010. Lewis: ''McLaren a vita''

print-icon
alo

Alonso e Hamilton, compagni di squadra nel 2007 in McLaren. I due non si sono mai sopportati e i loro rapporto è finito in malo modo dopo solo un anno

Lo spagnolo ha prolungato il contratto per altri due anni. Nel 2010, però, potrebbe svincolarsi nel caso la Ferrari lo dovesse chiamare. Hamilton, invece, non vorrebbe più andar via: ''Voglio finire qui la mia carriera''. LE FOTO DELLA FESTA A WOKING

Alonso-Renault, c'è l'accordo - Dopo il Gp del Brasile che ha consacrato Lewis Hamilton come nuovo eroe del circus di Formula 1, il fantamercato si è sbizarrito in teorie e ipotesi fantasiose. Le voci correvano a trecento all'ora come i bolidi di F1, dando quasi per certo uno scambio tra Kimi Raikkonen e Fernando Alonso. Ma ecco che arriva l'ufficialità dell'accordo con la Renault fino al 2010. Addio sogni Ferrari per il due volte campione del mondo? Niente affatto: lo spagnolo potrà rinegoziare il suo contratto alla fine del 2009. Il nuovo accordo, in pratica, conferma quello raggiunto la scorsa stagione, che già prevedeva un contratto di tre anni per Alonso rinnovabile di anno in anno. Alla fine del prossimo Mondiale di F1, Alonso potrà dunque decidere se continuare con la Renault o valutare altre offerte.

La promessa di Hamilton -
Se da un lato Alonso non vede l'ora di trovare uno spiraglio per infilarsi nella grande famiglia Ferrari, ecco Lewis Hamilton, suo ex-compagno di squadra l'anno scorso, che promette amore eterno alla McLaren. Rientrato in Gran Bretagna, il britannico ha fatto tappa a Woking, sede della McLaren, per ringraziare il team per il quale ha "sempre sognato di  correre". Oltre mille dipendenti della scuderia anglo-tedesca hanno festeggiato il neo-campione del mondo di ritorno dal  Brasile. Una festa per scattare le foto di rito, incontrare la  stampa e giurare eterna fedeltà alla McLaren. "Sono diventato campione del mondo con la squadra con cui ho sempre sognato di  correre - le parole di Hamilton -, perché dovrei cambiare? Non so quanto resterò in Formula Uno ma voglio chiudere la mia carriera con questo team".

Gli omaggi al campione - Tra i messaggi di congratulazioni ricevuti, e letti davanti alla folla di ammiratori, anche quello della Regina Elisabetta, così come in precedenza Hamilton era stato complimentato dal  Premier Gordon Brown e dal capo dell'opposizione David Cameron. Rientrato da San Paolo ieri, Hamilton ha confessato di aver trascorso l'intera giornata a Stevenage, Hertforshire, sua  cittadina natale. "Il mio cuore continua a correre, non posso ancora credere a quello che mi è capitato. Ricordo quando visitavo il quartier generale della McLaren e mi fermavo a  guardare la macchina di Ayrton Senna. Sono commosso", l'ammissione del pilota anglo-caraibico, accompagnato a Woking  dalla fidanzata Nicole Scherzinger, cantante del gruppo Pussycat  Dolls. 

Tutti i siti Sky