Caricamento in corso...
18 novembre 2008

Ecclestone tenta la rivoluzione: medaglie al posto dei punti

print-icon
ham

Lewis Hamilton si fa il bagno nello champagne sul podio in Cina

Ecco l'ultima trovata per rendere più spettacolare il Mondiale: per l'assegnazione del titolo piloti conteranno i piazzamenti sul podio. Il patron della Formula 1: ''La Fia e i team sono d'accordo, questo sistema incoraggerà i sorpassi''

Ecco l'ultima proposta, in ordine di tempo, di Bernie Ecclestone per cambiare il Mondiale di F1: al posto dei punti i piloti riceveranno medaglie. Il patron della Formula One Administration ne ha gia' discusso con la Fia e con le squadre che sarebbero d'accordo nel cambiare, anzi rivoluzionare il sistema di attribuzione dei punti nel campionato di F1. Medaglia d'oro a chi vince il GP, anziche' i tradizionali 10 punti; argento al secondo, bronzo al terzo classificato. Dal quarto posto in giu' niente punti, ma conteranno i piazzamenti ottenuti dai piloti nel computo finale per l'assegnazione del titolo. La classifica Costruttori invece proseguirebbe col sistema tradizionale.

Ecclestone spera che la proposta sia accettata e ratificata dal Consiglio Mondiale a dicembre, per entrare in vigore gia' dal prossimo Mondiale. "La Fia e tutti i team sono d'accordo- ha detto Ecclestone in una intervista al 'Times'- questa cosa si fara'. Tutti conoscono le medaglie d'oro, d'argento e di bronzo. Tutti gli sport funzionano con questo sistema. Quando i piloti saranno a Melbourne per la prima gara del 2009 vorranno andar via con la medaglia d'oro. Non vogliono dieci, otto o sei punti". Secondo Ecclestone questa formula sara' di sprono per i piloti che non si accontenteranno piu' di posizioni di rincalzo. "La necessita' di questo sistema si e' vista anche nell'ultima gara di questa stagione in Brasile- ha aggiunto- Hamilton aveva solo bisogno di piazzarsi tra i primi cinque per vincere il Mondiale, non di vincere. Questo sistema incoraggera' i sorpassi".

Ci sara' anche Lewis Hamilton all'appuntamento con la 'Race of Champions', la manifestazione motoristica che si svolgera' all'interno dello stadio di Wembley il 14 dicembre. Il piu' giovane campione del Mondo nella storia della Formula 1 sara' protagonista di un testa a testa con il ciclista inglese Chris Hoy, tre medaglie d'oro su pista alle Olimpiadi di Pechino, e poi effettuera' dei giri dimostrativi con la McLaren Mercedes. "E' un evento speciale- ha detto Hamilton- Ho gia' fatto in passato delle dimostrazioni con la monoposto di F1, ma lo stadio di Wembley e' davvero qualcosa di speciale, l'atmosfera sara' pazzesca. E' la maniera migliore per chiudere un anno fantastico. Avro' l'occasione di ringraziare tutti i miei tifosi che mi hanno sostenuto in questi anni". Al ROC parteciperanno anche Michael Schumacher, che fara' coppia con Sebastian Vettel, Jenson Button e Andy Priaulx, il campione del Mondo Sbk Troy Bayliss in coppia con Mark Webber, il cinque voltecampione del Mondo Rally Sebastien Loeb, Tom Kristensen, dominatore della 24 ore di Le Mans, e David Coulthard.

Tutti i siti Sky