Caricamento in corso...
02 dicembre 2008

Vettel sogna in rosso, la Ferrari per vincere il titolo

print-icon
vet

Con la vittoria a Monza sulla Toro Rosso Sebastian Vettel ha stuoito tutti grazie al suo talento: adesso sogna la Ferrari

Il talentino tedesco, pupillo di Michael Schumacher, vorrebbe diventare campione del mondo a bordo di una monoposto di Maranello: "Per fare ciò occorre una grande macchina. Schumi e Alonso inimitabili"

"Se devo scegliere tra guidare una Ferrari e diventare campione del mondo? Decido per la seconda. Ma bisogna essere realisti: non lo puoi diventare se non guidi una delle migliori macchine disponibili. E la Ferrari ha dimostrato come fare". Se non è una dichiarazione d'amore poco ci manca. Sebastian Vettel, definito il pupillo di Michael Schumacher, la rivelazione del 2008 con la vittoria di Monza sulla "piccola" Toro Rosso, parla così del suo futuro, delle sue ambizioni. Intervistato dal quotidiano spagnolo El Pais ha spiegato: "Sicuramente sarebbe un sogno pilotare un giorno la Ferrari. Quando ero piccolo Schumacher è stato il mio idolo e continua ad esserlo - ha spiegato il nuovo pilota della Red Bull - E' una grande persona, per niente arrogante. Ma non cerco di imitarlo. Ognuno deve trovare il proprio stile. Non si possono copiare Schumacher o Alonso. Non c'è nessuno come loro, sono unici".

Il giovane tedesco, 21 anni, ha poi detto "di non volersi mai giudicare, preferisco farlo fare agli altri. I piloti migliori oggi sono Alonso, Raikkonen, Kubica e Hamilton. Se ho amici nel paddock? Se vuoi avere un buon amico nel paddock ti devi portare il cane... E' il mio lavoro. Comunque ho degli amici".

Tutti i siti Sky