Caricamento in corso...
12 gennaio 2009

La F60 scende in pista con Massa. GUARDA LA CAMERA CAR!

print-icon
fer

Mugello, debutto in pista per la F60

Il brasiliano ha effettuato i primi giri di pista sul circuito del Mugello con la nuova Ferrari. Qualche problemino c'è stato, ma tutti dovuti alla giovanissima ''età'' della neonata di Maranello. FATTI UN GIRO DI PISTA INSIEME A FELIPE

GUARDA VIDEO E FOTO DELLA PRESENTAZIONE

Il motore della F60, la nuova monoposto di Maranello che darà la caccia al Mondiale 2009, ha cominciato a ruggire sul circuito del Mugello. A domare i cavalli del nuovo gioiellino della Ferrari ci ha pensato Felipe Massa, che ha avuto l'onore di compiere i primi giri della neonata creatura del Cavallino. In esclusiva per voi vi mostriamo il video della camera posizionata sul casco del brasiliano, che ha catturato le emozioni di uno dei primi giri effettuati al Mugello.

Dopo alcuni giri in mattinata, Felipe Massa è sceso di nuovo in pista alle 14.48. In pratica si è trattato di un doppio passaggio sulla sezione corta del circuito del Mugello, un 'in' e un 'out'. Il capo della scuderia Stefano Domenicali e il papà della F60, il direttore tecnico Aldo Costa, hanno spiegato che nei primi quattro giri erano emersi prevedibili "problemi di  gioventù'', senza spiegare quali, che richiedevano attenti controlli e l'analisi di cosa stesse accadendo, ma che non c'erano dubbi sul fatto che il test sarebbe potuto proseguire, come poi è accaduto. Si tratta di una vettura completamente nuova che, visti i cambiamenti del regolamento, non è affatto un'evoluzione della F2008, ma un progetto inedito, e dunque oltre a maggior cautela i tecnici sanno di non poter contare su termini di paragone. Piccoli inconvenienti cui i tecnici hanno potuto rapidamente rimediare, e il test è potuto proseguire per interrompersi, nelle previsioni, solo al calar del sole.

Il primo test della  F60 è anche il primo test di una nuova generazione della Formula 1. E' tutto nuovo, dopo il varo di un regolamento rivoluzionario, e tutto va inventato. L'obiettivo, spiega Maranello, è quello di verificare che tutto stia insieme e  possa funzionare al 100%, ma soprattutto di capire (e di lavorarci sopra) il Kers, il sistema di recupero dell'energia cinetica che si accumula in frenata e che dopo averla  immagazzinata la redistribuisce al motore.

Tutti i siti Sky