Caricamento in corso...
27 gennaio 2009

Roma sogna la Formula 1. E tu cosa ne pensi?

print-icon
fer

La Ferrari accanto al Colosseo in uno spot girato nel 2007 per una nota compagnia petrolifera

In futuro le sorti del Mondiale potrebbero decidersi all'ombra del Colosseo. E' questa la suggestiva idea proposta dal vicesindaco della Capitale. E intanto la Lega insorge: "Che ci facciano correre le bighe". DI' LA TUA: VOTA IL SONDAGGIO NEL FORUM

VOTA IL SONDAGGIO NEL FORUM E GUARDA IL VIDEO

Roma come Montecarlo, idea suggestiva e piena di fascino. E' quanto proposto dal vicesindaco di Roma, Mauro Cutrufo. E perché no, sarebbe un incontro tra tecnologia e passato. E chissà se un giorno gli appassionati del mondo dei motori potranno finalmente ammirare sorpassi mozzafiato all'ombra del Colosseo, con la Ferrari a giocarsi il Mondiale sul pavè della Capitale.

Ma non tutti sembrano d'accordo con la proposta, infatti la Lega Nord è subito partita all'attacco: "Il gran premio di Formula 1 è di Monza e rimarrà a Monza. Roma, città che sembra aver perso qualsiasi dignità, la deve smettere di pensare di avere il diritto divino di rubare al Nord. Il gran premio non si tocca, Roma faccia correre le bighe". Parole durissime quella della Lega, quindi. Ma forse è sfuggito un punto fondamentale della proposta, ovvero l'inserimento di un Gp in calendario e non la sostiutuzione di uno già esistente. In futuro, dunque, l'Italia potrebbe avere ben due Gp.

Sull'idea è intervenuto anche il sindaco di Monza Marco Mariani, dicendo: "Se telefonassi oggi ad Alemanno gli direi 'giù le  zampe dal Gran Premio di Monza'!". "C'è il tentativo - ha aggiunto Mariani - di rubarci il Gran Premio, anzi, non è un tentativo, è una porcheria". "Vorrei avere - ha concluso il primo cittadino di Monza - la collaborazione di tutto il mondo politico lombardo, non solo da  parte degli esponenti della Lega Nord".

Secondo il presidente di Fiat e Ferrari, Luca Cordero di Montezemolo l'inserimento di un un nuovo Gp in calendario è irrealizzabile: "E' assolutamente impensabile un nuovo Gp" in Italia, "visto che abbiamo già tanti circuiti sottoutilizzati. L'Italia è fra i paesi al mondo che ha il maggior numero di circuiti: uno straordinario che è il Mugello, uno storico che è Monza e poi Imola, Misano, Vallelunga". Il numero uno della Ferrari ha però poi spiegato che "se fosse un Gp speciale, abbiamo sentito parlare dell'Eur dove a differenza di Valencia e Singapore si può anche sorpassare, se fosse uno spot, una tantum per Roma, ma non un circuito permanente, se ne potrebbe anche parlare".

E intanto è già uscito il nome della società che si occuperà della gestione e dello sviluppo di tutte le attività automotive di FG Group, Fusions International Development, sub-holding di FG Group. Ha sede a Roma e tra i vari progetti ha anche il progetto del Gran Premio Roma di Formula 1 attualmente in fase di studio. Proprio oggi il consiglio d'amministrazione ha nominato Dario Calzavara,  55 anni, milanese, nuovo amministratore delegato della società.

"Poter contare sull'apporto manageriale e sull'esperienza di Dario Calzavara - sottolinea il Presidente di FG Group Maurizio Flammini - ci permetterà di sviluppare con maggiore efficacia il nostro piano strategico che vedrà il Gruppo ancora più impegnato nel settore automotive a livello mondiale."

"L'opportunità offertami da FG Group mi permette di ritornare nell'ambito racing e dell'industria dell'auto - commenta Dario Calzavara - in cui ho costruito gli steps più significativi della mia carriera. E' un ulteriore stimolo per contribuire al raggiungimento degli obiettivi internazionali del Gruppo sia in ambito industriale che commerciale tra cui il Campionato SuperStars e il Gp Roma F1".

Tutti i siti Sky