Caricamento in corso...
17 febbraio 2009

Hamilton: ''A Melbourne la McLaren sarà già competitiva''

print-icon
lew

Lewis Hamilton dovrà difendere il titolo conquistato in Brasile all'ultima curva

Il 29 marzo in Australia comincia il Mondiale 2009 di F1, il giovane britannico dovrà difendere il titolo conquistato in Brasile all'ultima curva. Lewis è ottimista: ''La macchina non presenta difetti. Tra un mese saremo il team da battere''

INTERVIENI NEL FORUM F1

PROPONI IL TUO CIRCUITO CITTADINO SUL FORUM DI SKY.IT

"Le prime impressioni sono positive. Arriveremo a Melbourne con una McLaren competitiva". Lewis Hamilton è ottimista. Il 29 marzo in Australia inizierà il Mondiale 2009 di F1 e il campione del mondo non ha dubbi sul potenziale della sua squadra. "Le prime impressioni sono positive", dice il pilota britannico sul sito ufficiale della F1. "La macchina è affidabile e  non presenta difetti. Guardando al programma che ci attende, credo che fra un mese a Melbourne saremo competitivi".

Hamilton si presenta da favorito, forte del titolo conquistato lo scorso anno in Brasile, all'ultima curva dell'ultima gara del  Mondiale. "Sembra passato tanto tempo da quel trionfo in Brasile. In Formula 1 le cose passano velocemente anche quando non sei in pista. In tutta onestà, ancora non mi vedo nei panni del campione del mondo, ma penso che comincerò a sentirmici quando sarò a Melbourne per la  prima gara. Ovviamente, il peso sulle spalle aumenta quando sei campione, ma io non ci penso. Sono concentrato sul 2009, penso a migliorare la mia condizione, lavoro con il team e provo la monoposto. Sono più impegnato che mai", assicura Hamilton.

Lo sviluppo della nuova McLaren procede bene, nonostante qualche battuta d'arresto: "Purtroppo in Portogallo il tempo non era come ci saremmo aspettati, ma siamo comunque riusciti a mettere qualche chilometro sulla MP4-24 e a completare una parte del nostro programma di prove. I test in Spagna", a Jerez la scorsa settimana, "sono stati più produttivi". Le novità nel regolamento sono un'incognita: "Tutti i team vogliono sapere qual è la vera forza degli altri, ma è così ogni inverno. Quest'anno ci sono tante incognite: le nuove regole aerodinamiche, gli pneumatici slick, il Kers...tutto questo rende ancora più difficile fare delle previsioni sulle gerarchie. Come gli altri team, anche noi dovremo lavorare sodo per essere sicuri che la macchina funzioni senza problemi con le gomme slick, che il Kers sia affidabile e operativo in vista della nuova stagione".

Hamilton si sofferma sul Kers: "Di comandi sul volante ce ne sono già tanti e uno in più non fa tanta differenza. Quanto al modo in cui utilizzare il Kers, si fa presto ad imparare, anche se a  differenza dei motori che sono congelati, per il Kers lo sviluppo continuerà durante tutta la stagione. Ci sono preoccupazioni per la sicurezza", ammette Hamilton, "ma il programma di sviluppo del Kers di McLaren e Mercedes mi fa stare tranquillo, la nostra macchina sarà sicura". Quanto al passaggio di consegne fra Ron Dennis e Martin Whitmarsh, il pilota afferma: "Li conosco e stimo entrambi e sono convinto che questo cambio al vertice del team ci porterà solo benefici. Ron potrà concentrarsi sulla gestione del gruppo, Martin sarà pienamente coinvolto nel team di F1".

Tutti i siti Sky