Caricamento in corso...
27 marzo 2009

F1, Jim Clark è il migliore di sempre davanti a Senna

print-icon
sen

Il brasiliano Ayrton Senna, secondo nella top di tutti i tempi. Morì a Imola nel '94

Nella classifica del quotidiano The Times, il più grande pilota di tutti i tempi è il driver scozzese della Lotus. Michael Schumacher solo terzo per "una condotta non irreprensibile" in carriera. Migliore degli italiani Ascari, 11°. GIOCA A FORMULA SKY!

PROVA IN ANTEPRIMA IL CIRCUITO DI MELBOURNE

COMMENTA NEL FORUM DELLA FORMULA 1


SCENDI IN PISTA, GIOCA A FORMULA SKY

Michael Schumacher? Troppo  scorretto per essere il migliore. Ayrton Senna? Non è il numero 1. Per il quotidiano The Times, il più grande pilota di tutti i tempi è Jim Clark. Il quotidiano incorona il driver scozzese che, al volante della Lotus, ha disputato 72 Gp tra il 1960 e il 1968, vincendo 25 gare e  conquistando 2 titoli iridati (1963 e 1965). Clark è scomparso  tragicamente nel 1968, a soli 32 anni, in un incidente sul circuito  tedesco di Hockenheim. "Non c'era nulla che non potesse fare al volante", scrive The Times celebrandone il talento.

Sul podio, Clark precede Ayrton Senna. Il brasiliano, che ha perso la vita a Imola nel 1994, ha vinto 3 titoli mondiali nel 1988, 1990 e 1991. "Era il pilota completo, non sapremo mai chi avrebbe vinto tra lui e Schumacher in quella che avrebbe potuto essere la battaglia più affascinante nella storia della Formula 1", scrive il quotidiano, che attribuisce la terza posizione a Michael Schumacher. Il pilota tedesco, che si è ritirato alla fine del 2006, ha vinto 7 Mondiali: 2 con la Benetton e 5 con la Ferrari. Nessuno, nella storia della Formula 1, ha fatto meglio. "Se le statistiche fossero l'unità di misura per determinare il migliore della storia, per Schumacher  sarebbe una passeggiata", dice The Times. Il giudizio sul tedesco, però, è condizionato da qualche "ombra".

Il quotidiano fa riferimento a "dubbie  circostanze" e ad una condotta non irreprensibile nel duello mondiale con Damon Hill nel 1994. Nel 1997, quando il titolo è andato a Jacques Villeneuve, Schumacher è stato "cancellato dalle classifiche" per una manovra scorretta ai danni del canadese  nell'ultimo Gp dell'anno. E non si può dimenticare, quasi alla fine  della carriera, il modo in cui "parcheggiò la sua Ferrari in pista a Monaco per impedire a Fernando Alonso di conquistare la pole  position".

Ai piedi del podio, nel ranking all time, c'è il francese Alain Prost., che precede Jackie Stewart. Juan Manuel Fangio è sesto mentre lo spagnolo Fernando Alonso, attuale pilota della Renault, è ottavo. Il migliore degli italiani è Alberto Ascari, undicesimo. In 13esima posizione c'è il ferrarista finlandese Kimi Raikkonen, campione del mondo nel 2007, seguito dall'austriaco Niki Lauda. L'inglese Lewis Hamilton, campione del mondo nel 2008 con la McLaren-Mercedes, è ventesimo.

"Il più giovane campione del mondo che è esploso in Formula 1 -si legge nella scheda-. Ma è davvero così bravo? Con la miglior  monoposto degli ultimi 2 anni commette ancora troppi errori, in un Mondiale nel quale non abbonda il talento". Per guadagnarsi lo status di leggenda, insomma, deve fare ancora strada. Felipe Massa è "ancora in tempo per vincere il titolo": il pilota brasiliano della Ferrari è infatti 35°.

Tutti i siti Sky