Caricamento in corso...
29 marzo 2009

Ferrari: Massa&Raikkonen, il muro del pianto. "Che flop..."

print-icon
rai

Un primo piano di Kimi Raikkonen: debutto disastroso in Australia, è finito contro un muro

Rosse ai minimi. "Ci aspettavamo di essere più competitivi". E' l'ammissione di Felipe Massa dopo il ritiro. E Kimi ammette: "Sono andato contro il muro, ho perso aderenza e ho perso il controllo della macchina. Ho sbagliato io". GIOCA A FORMULA SKY

PROVA IL CIRCUITO DI MELBOURNE

COMMENTA NEL FORUM DELLA FORMULA 1


SCENDI IN PISTA, GIOCA A FORMULA SKY

"Ci aspettavamo di essere più competitivi". E' l'ammissione di Felipe Massa dopo il ritiro dal Gp d'Australia. "Non come le Brawn Gp - ha aggiunto il ferrarista - che ora sono su un altro pianeta, ma quanto gli altri sì". Massa ha confermato di essere stato fermato da un problema di direzionalità: "La vettura improvvisamente ha cominciato a tirare a destra. Non era più guidabile e sono dovuto rientrare lentamente ai box".

Non cambia la musica quando si ascolta l'alto ferrarista. "Sono andato contro il muro, ho perso aderenza e ho perso il controllo della macchina. Ho sbagliato io". Kimi Raikkonen fa mea culpa nella disastrosa giornata che la Ferrari ha vissuto a Melbourne. Le rosse non hanno raccolto nemmeno un punto nel Gp d'Australia, prova d'apertura del Mondiale 2009. "Cosa  possiamo farci? Questo è un tracciato particolare, qui abbiamo  incontrato difficoltà già in passato. Cercheremo di far meglio la  prossima gara", dice il pilota finlandese ai microfoni di Sky Sport. Una delle poche note positive è costituita dal funzionamento del Kers, il sistema di recupero dell'energia cinetica che garantisce alla monoposto un'ottantina di cavalli supplementari per 5-7 secondi.  "Il Kers e' andato bene, ma non ho avuto spazio per sfruttarlo. Avevo troppe macchine davanti", dice Raikkonen.

Tutti i siti Sky