Caricamento in corso...
02 aprile 2009

Massa&Raikkonen: il nostro Mondiale riparte dalla Malesia

print-icon
mas

Felipe Massa e Kimi Raikkonen vogliono dimenticare la figuraccia rimediata in Australia

Alla vigilia del weekend di Sepang, il brasiliano della Ferrari cerca di allontanare i fantasmi di Melbourne: ''Dimentichiamo l'Australia''. Kimi: ''Non sappiamo cosa aspettarci, il tempo è la grande incognita''. GIOCA A FORMULA SKY

RISPONDI A CARLO VANZINI SUL FORUM DELLA F1

SCENDI IN PISTA, GIOCA A FORMULA SKY

FATTI UN GIRO IN MALESIA CON IL SIMULATORE

"I problemi sono di non essere stati i più veloci in pista e di non aver finito la gara, quindi l'affidabilità è il tema su cui riflettere". Felipe Massa, incontrando i media alla vigilia del week end di Sepang, risponde così alla domanda riguardante quale fosse l'aspetto più preoccupante emerso in Australia. Per quel che riguarda questo fine settimana, il meteo e un solo team sembrano essere le sfide principali. "Non sarà così facile raggiungere le Brawn" ha ammesso Felipe, "ma spero che faremo un buon lavoro, migliorare e forse essere in grado di cambiare poche cose per colmare il gap fra le Brawn e tutti gli altri. Non so quali effetti possa provocare la pioggia questo fine settimana: può avere effetti positivi o negativi, può essere una lotteria, o cambiare completamente il risultato della gara. Chi può saperlo?".

Non andare a punti è sempre qualcosa di negativo, ma il pilota della Ferrari è propenso ad enfatizzare alcuni elementi positivi dallo scorso fine settimana. "Non abbiamo finito la gara per problemi di affidabilità, questo è stato il maggior problema dello scorso week end dove per gran parte della gara sono stato al terzo posto. Abbiamo fatto un errore nella strategia, che non ha funzionato con l'ingresso in pista della Safety Car. Ma anche considerando l'errore di strategia, sono stato in grado, insieme a Lewis (Hamilton), di rimanere in gara e lui è riuscito a tagliare il traguardo e arrivare terzo quindi chi lo sa, potevo chiudere dietro di lui o perfino davanti, portando a casa un buon numero di punti. Questo sarebbe stato un grande risultato, anche senza vincere. Quindi, montando le gomme morbide all'inizio della gara forse saremmo andati meglio di come è sembrato. Ho optato per tre soste e le circostanze che si sono verificate in gara hanno determinato che non fosse una buona scelta.

Felipe è molto chiaro sulle cose che la Ferrari dovrà fare in seguito. "Ora dobbiamo riprenderci e cominciare ad andare a punti, ricominciare il campionato in un modo migliore, proprio qui in Malesia. L'inizio di questa stagione e' molto simile a quello che ho avuto nella stagione passata quindi dobbiamo contrastare la situazione con la stessa determinazione che abbiamo usato un anno fa. Dobbiamo essere abili ad impostare la strategia qui, anche riguardo alla possibilita' di pioggia, il calo di luce durante la gara e qualsiasi altro elemento". Per il livello generale di competitivita' questo fine settimana, il brasiliano è stato moderatamente ottimista sul fatto che potrebbe andare meglio rispetto a domenica scorsa. "Sappiamo che ad Albert Park possono esserci gare dall'esito inaspettato. Durante i test invernali siamo sempre stati competitivi su circuiti "normali" come Barcellona, per esempio, quindi spero che qui a Sepang sarà lo stesso. Perciò non vedo l'ora che arrivi questo week end".

"Quando piove qui, di solito scende molto forte, piove a catinelle per mezzora circa, poi smette e la pista si asciuga molto velocemente, quindi aspettiamo e vediamo cosa succede questo fine settimana". Kimi Raikkonen risponde così a chi gli ha chiesto cosa si aspettava dalle condizioni meteo. "Puo' essere un fattore chiave, specialmente durante le qualifiche". La Ferrari non e' riuscita ad andare a punti nella prima gara della stagione ma Kimi, che ha vinto a Sepang lo scorso anno, era propenso a dire che la mancanza di punti e' dovuta a tutt'altri motivi. "La Malesia e' una gara diversa quindi tutto puo' succedere, ma vorrei ricordare che, senza il mio errore a Melbourne, potevamo raggiungere un buon risultato invece di non fare punti. Comunque era solo la prima gara e ce ne sono ancora molte prima della fine della stagione. E' troppo presto parlare il giovedi', quindi aspettiamo fino alla fine delle prove libere di venerdi' per avere una visione piu' chiara della situazione. La Scuderia e' stata una delle poche squadre ad usare il KERS, o comunque ad averlo fatto utilizzare ad entrambi i piloti a Melbourne e il pilota finlandese e' un forte sostenitore di questo sistema. "Usiamo il KERS dall'inizio, sia nei test invernali sia durante tutto il primo Gran Premio e pensiamo di continuare su questa strada per tutta la stagione. Lo usiamo in qualsiasi situazione riteniamo sia utile e vorrei dire che lo facciamo principalmente per ottenere un buon tempo sul giro, ma puo' essere usato anche per lottare o per difendersi".

Tutti i siti Sky