Caricamento in corso...
14 aprile 2009

F1, iniziata l'udienza sui diffusori della Brawn Gp

print-icon
dif

Il contestato diffusore della Brawn Gp

La Fia si è riunita a Parigi per esaminare il reclamo di Ferrari, Renault, Red Bull e Bmw contro Brawn Gp, Williams e Toyota. Il boss dell'ex Honda Ross Brown: "Sono molto ottimista". La decisione è attesa per mercoledì. GIOCA A FORMULA SKY

DI' LA TUA SUL FORUM DEDICATO ALLA F1

SCENDI IN PISTA, GIOCA A FORMULA SKY

E' iniziata a Parigi l'udienza della corte d'appello della Fia, chiamata a pronunciarsi sui ricorsi presentati da Ferrari, Renault, Red Bull e Bmw contro BrawnGP, Williams e Toyota. L'organo collegiale della federazione internazionale di automobilismo metterà la parola fine sul caso legato ai diffusori utilizzati dalle tre scuderie, che secondo i team che hanno presentato il ricorso non sono conformi al regolamento tecnico. Il verdetto è atteso per mercoledì.

Ross Brawn è ottimista. "Sarei sorpreso se la corte d'appello giudicasse su aspetti tecnici, tra l'altro così complessi", dice il boss della Brawn Gp alla BBC. "Non si può essere ottimisti al 100%, ma spero che il senso comune prevalga sulla loro parte". Se la Fia darà ragione ai team che utilizzano i diffusori al centro del caso, gli altri sarebbero costretti a modificare le proprie monoposto in corso d'opera. "Ho sentito molti di loro lamentarsi per i costi", sottolinea Brawn, "ma ci sono un sacco di cose che i team si copiano l'un l'altro e non si parla mai di costi. Credo che alcune squadre saranno in grado di adeguarsi molto velocemente, mentre per altri sarà più difficile per motivi legati alla configurazione delle loro sospensioni o altri elementi della macchina".

Tutti i siti Sky