Caricamento in corso...
19 aprile 2009

Cina, Button: ''Oggi le Red Bull erano imprendibili''

print-icon
but

Il podio della Cina: Vettel, Webber, Button

Grazie al terzo posto di Shanghai il britannico della Brawn Gp conserva la testa del Mondiale: oggi quei due lì erano velocissimi... Hamilton porta a casa tre punti: è già tanto aver finito la gara. Alonso: è andato tutto storto. GIOCA A FORMULA SKY

DI' LA TUA SUL FORUM DEDICATO ALLA F1

SCENDI IN PISTA, GIOCA A FORMULA SKY

Reso il giusto merito alle Red Bull, "oggi quei due lì erano imprendibili", che con il tedesco Sebastian Vettel e l'australiano Mark Webber ha dominato il Gran Premio di Cina, terzo appuntamento del Mondiale di Formula 1, Jenson Button si consola con il terzo posto, che gli ha permesso di conservare la testa della classifica iridata e di confermare la sua Brawn-Mercedes come una realtà. "Loro oggi erano troppo veloci, quindi il terzo posto è un ottimo risultato, si tratta di 6 punti importantissimi", ha ammesso Button. "E' stata una gara disputata in condizioni difficilissime, tutta sotto la pioggia, ad ogni giro si rischiava di finire fuori, quindi già portarla a termine è stata una impresa, finire sul podio è stato addirittura grande". Button guida ora il Mondiale con 21 punti ed ha portato a 6 le lunghezze sul compagno di squadra Rubens Barrichello, finito anche oggi alle sue spalle, quarto. "Rubens ed io abbiamo avuto dei problemi differenti, perché stranamente le nostre due monoposto avevano comportamenti differenti, ma sono certo che riusciremo a risolvere i problemi", ha spiegato Button.

Lewis Hamilton salva solo il fatto di avere visto la bandiera a scacchi e di avere portato a casa 3 punti grazie al sesto posto conquistato in Cina: "Già avere portato a termine la gara, a dimostrazione dell'affidabilità della macchina, è una cosa fantastica, un risultato arrivato grazie al grande lavoro di tutta la squadra", ha detto Hamilton. "Quello che dobbiamo fare è cercare di fare sempre qualche passo avanti e portare a casa sempre dei punti, buoni soprattutto per la squadra". L'inglese ha faticato tantissimo con le gomme da bagnato, finendo diverse volte in testacoda. "E' stato terribile", ha ammesso Hamilton. "All'inizio quando avevo più grip mi sono anche divertito, ma come al solito non riesco a capire quanto il mio stile di guida porti le gomme ad un simile deterioramento: Le gomme della mia macchina sembrano deteriorarsi sempre molto presto".

"Tutto quello che poteva andare storto, è andato storto". Fernando Alonso ha applicato la  'legge di Murphy' nel Gp di Cina. Il pilota spagnolo della Renault, partito dalla prima fila, ha chiuso al nono posto e non ha raccolto  nemmeno un punto a Shanghai. "Sono deluso, perché avevamo una  monoposto valida e partivamo davanti", dice l'asturiano. La giornata si è complicata subito: i primi 8 giri, alle spalle della safety car, hanno fatto saltare la strategia preparata del team. "Abbiamo provato di tutto, ma non ha funzionato nulla. Non  bisogna lamentarsi, dobbiamo pensare a migliorare. Oggi non è stata  una giornata positiva, quest'anno le cose non sono andate bene  quest'anno e questo ovviamente non mi fa piacere -aggiunge-. Lo scorso anno ho vinto a Singapore solo grazie alla fortuna, adesso invece le  cose non vanno bene. Noi dobbiamo pensare a lavorare perché già ci apprestiamo a disputare la quarta gara". Tra una settimana il circus  fa tappa in Bahrain: "Speriamo che la pista sia asciutta, finora  abbiamo avuto quasi sempre pioggia...".

Tutti i siti Sky