Caricamento in corso...
23 maggio 2009

Mosley: "Tutto andrà bene, la Ferrari resterà in F1"

print-icon
mos

Max Mosley sta provando a trovare un accordo con i team sui nuovi regolamenti

Queste le dichiarazioni del presidente della Fia prima delle ultime libere del GP di Monaco. "Faremo un buon accordo". Secondo il Times l'intesa prevede la permanenza del budget cap, esclusi i motori. GIOCA A FORMULA SKY

MONTECARLO TRA F1 E GLAMOUR: GUARDA LE FOTO

BRACCIO DI FERRO FERRARI-FIA, LE TAPPE DELLA VICENDA


COMMENTA NEL FORUM DELLA F1

GIOCA E VINCI CON FORMULA SKY

"Penso che tutto andrà in ordine, sono fiducioso che la Ferrari ci sarà l'anno prossimo. Dovremo riflettere, ma penso che avremo un buon accordo". Max Mosley si mostra ottimista sulla possibilità di raggiungere un accordo con i team in relazione al regolamento per il  Mondiale 2010.

Il tetto al budget resta, ma le spese per i motori non verranno calcolate fino al 2013. E' la proposta che il presidente della Federazione internazionale dell'automobile (Fia), secondo "The Times" ha presentato all'associazione dei team di Formula 1 (Fota). Le squadre contestano il nuovo regolamento che prevede, dal 2010, l'introduzione di un limite agli investimenti. Le spese non potranno superare i 40 milioni di sterline: nel limite, per la prossima stagione, non sono compresi gli investimenti per i propulsori, per il marketing e per gli ingaggi dei piloti.

Mosley vorrebbe mantenere inalterato lo schema generale delle norme ma, per ammorbidire l'impatto del provvedimento, sarebbe disponibile a escludere dal "budget cap" i motori fino al 2013. Le squadre, prosegue il quotidiano britannico, non hanno gradito nemmeno il modo in cui la Federazione ha varato le nuove regole.

I team vogliono essere coinvolti nel processo e non subire passivamente le decisioni. "Qualche squadra potrebbe apprezzare il tetto al budget ma non è comunque soddisfatta della governance dello sport", sono le parole attribuite a Patrick Head, co-proprietario della Williams

Tutti i siti Sky