Caricamento in corso...
24 maggio 2009

Button: vittoria speciale. Brawn: Jenson mi ricorda Schumi

print-icon
but

A Montecarlo Jenson Button conquista la sesta vittoria in carriera, la quinta quest'anno

A Montecarlo Button consolida la leadership Mondiale: "E' una sensazione strana, si corre vedendo il mare e alla fine pensi solo a non fare errori''. Il team principal azzarda paragoni illustri: gestisce la gara come Michael. GIOCA A FORMULA SKY

MONTECARLO TRA F1 E GLAMOUR: GUARDA LE FOTO

COMMENTA NEL FORUM DELLA F1


GIOCA E VINCI CON FORMULA SKY  

Jenson Button conquista la quinta vittoria stagionale, la sesta in carriera, imponendosi anche nel GP di Monaco: "La gara è stata dura all'inizio ma poi nel finale è stato tutto perfetto ho vinto in modo pulito. Rubens era dietro di me", spiega il leader del mondiale. "All'inizio abbiamo avuto dei problemi con i pneumatici morbidi poi tutto è tornato mormale, ma è stato un week end fantastico, con una squadra favolosa. Abbiamo provato che il pacchetto funziona e quindi andrà bene anche nelle prossime gare. Una vittoria importantissima a questo punto della stagione".

Sulla scelta delle gomme morbide in avvio che ha dato qualche grattacapo, il pilota britannico rivela: "Sono rimasto sorpreso nel vedere quella che è stata la scelta delle altre squadre. Noi siamo partiti convinti che fosse la scelta giusta, invece ho dovuto lottare con i pneumatici, ma quando i tempi hanno cominciato a diventare alti mi hanno richiamato. In realtà le dure era la scelta migliore", ammette Button che poi riconosce l'unicità della corsa del Principato. "E' una sensazione strana, Si corre vedendo il mare e alla fine, quando sei al comando la cosa peggiore è se si inizia a pensare che se arrivi alla fine vinci e questo è pericoloso perché inizi a mollare, c'è una parte della mente che pensa solo a questo - spiega Button -. Negli ultimi due giri ho dovuto concentrami due giri per guidare con il mio passo e godermi il momento speciale di vincere a Monte Carlo".

"Button mi ricorda Schumacher per il modo in cui riesce a gestire le situazioni". Ross Brawn può lasciarsi andare a paragoni impegnativi: "All'inizio è stata dura. Siamo partiti con le gomme morbide che si sono deteriorate in fretta. Poi, la situazione è migliorata", ha commentato Brawn, team principal della Brawn GP, che ha lavorato al fianco di Michael Schumacher in tutte  le stagioni in cui il pilota tedesco ha conquistato i titoli iridati con la Benetton e con la Ferrari.

Tutti i siti Sky