Caricamento in corso...
26 maggio 2009

Raikkonen: siamo sulla strada giusta, la vittoria arriverà

print-icon
rai

Kimi Raikkonen, soprannominato Iceman, non si scioglie neanche al fianco di questa dolcissima fanciulla

Il finlandese ha regalato alla Ferrari il primo podio stagionale dopo un avvio di stagione disastroso. E ora la Rossa è a caccia della prima vittoria: ''Presto avremo novità sulla F60 per sfidare i migliori''. GIOCA A FORMULA SKY

MONTECARLO TRA F1 E GLAMOUR: GUARDA LE FOTO

COMMENTA NEL FORUM DELLA F1


GIOCA E VINCI CON FORMULA SKY   

"Il tanto lavoro fatto in queste settimane sta dando i suoi frutti, il che è positivo per  tutti. Sappiamo di aver preso la strada giusta: ci manca ancora qualcosina ma presto o tardi arriveremo a vincere". Kimi Raikkonen è ottimista dopo il Gran Premio di F1 a Monaco. Il finlandese ha regalato alla Ferrari il primo podio stagionale dopo un avvio di stagione disastroso. "Non ero troppo felice dopo il terzo posto nel Gran Premio di Monaco", è la premessa fatta da Raikkonen sul sito della Ferrari.

"Sicuramente è stato il miglior risultato degli ultimi tempi ma non era una novità per me e c'era anche la consapevolezza che sarebbe potuto arrivare un piazzamento più in alto. Quando poi i leader del campionato sono così avanti in classifica, alla fine quello che conta è soltanto la vittoria". "Peraltro, essere ritornati sul podio è una bella ricompensa per tutta la squadra", aggiunge il campione del mondo 2007.

"Nelle prossime gare avremo ancora delle novità sulla F60 e speriamo di poter presentare una sfida ancora più importante ai migliori, sia in qualifica che in gara". Il bicchiere, insomma, è mezzo pieno:  "Abbiamo finito la gara con entrambe le macchine e abbiamo raccolto  punti importanti. Ci sono tanti motivi per essere soddisfatti di come sono andate le cose a Monaco".

Raikkonen ripercorre così la gara del Principato: "Le prove ufficiali a Monaco sono cento volte più decisive che altrove e noi le abbiamo fatte quasi alla perfezione: il quasi è relativo a quei 25 centesimi che mi sono mancati per essere in pole. Non partire per primi vuol dire, molto probabilmente, non vincere. Inoltre, la seconda piazza in griglia non aiuta su quel tracciato. Si parte dal lato sporco della pista e tutte le volte che mi sono trovato in questa condizione ho sempre perso almeno una posizione perché le ruote lì slittano sempre tantissimo al via. Infatti, Rubens è riuscito a superarmi ed è stato davvero un peccato".

"Se fossi riuscito a rimanere dietro a Button allora penso che lui non avrebbe potuto prendere il largo cosi' facilmente", osserva il finlandese. "Invece non è andata così e nella lotta per il secondo posto c'è stato anche l'episodio nell'ultimo pit-stop, quando abbiamo perso qualche secondo a causa di un problema con la ruota posteriore destra, così che quando sono rientrato in pista ero ancora più dietro rispetto al brasiliano".

"Il prossimo sabato correrò un rally in Italia, quello della Marca Trevigiana, e voglio ringraziare la Scuderia per avermi dato  ancora una volta il permesso di cimentarmi in questo tipo di competizione", conclude il pilota della Rossa. "Mi diverto molto e questa sarà la prima esperienza sull'asfalto dopo un paio di prove sulla neve lo scorso inverno. Visto che vengo dalla pista sarà interessante vedere quello che saprò fare al volante della Fiat Grande Punto S2000 sulle stradine vicino Treviso".

Tutti i siti Sky