Caricamento in corso...
03 giugno 2009

Mosley gela i team: la F1 è nostra. E noi facciamo le regole

print-icon
mos

Max Mosley non molla il braccio di ferro intrapreso con l'associazione dei costruttori di F1

Fia-Fota, il braccio di ferro continua: i team si erano iscritti per il 2010 con riserva, ponendo come condizione la firma del Patto della Concordia. E intanto oggi si è iscritta un'altra scuderia: la spagnola Epsilon Euskadi. GIOCA A FORMULA SKY

MONTECARLO TRA F1 E GLAMOUR: GUARDA LE FOTO

VOTA IL SONDAGGIO NEL FORUM DELLA F1

GIOCA E VINCI CON FORMULA SKY

"Non si può firmare il Patto della Concordia entro il 12 giugno. Non è realistico". Max Mosley, presidente della Federazione internazionale dell'automobile (Fia), in un'intervista al magazine 'Motorsport Aktuell' allontana l'ipotesi di un'imminente soluzione del braccio di ferro con i team.

L'associazione delle squadre (Fota) ha presentato un'iscrizione con riserva al Mondiale 2010 . Le scuderie pongono due condizioni: chiedono che nella prossima stagione venga adottato il regolamento  attuale, modificato secondo le proposte della Fota, e vogliono che  entro il 12 giugno venga sottoscritto il nuovo Patto della Concordia, il documento che definisce regole e parametri economici del circus.

Il presidente della Fia, però, non molla: "Io dico: se volete fare le regole, allora organizzate il vostro campionato mondiale. Ma la Formula 1 è nostra, noi facciamo le regole. Abbiamo iniziato 60 anni fa e continueremo così'', dice il britannico. Mosley vuole aprire il circus a nuove squadre: al Mondiale 2010 parteciperanno 13 team e almeno 3, quindi, saranno le novità rispetto all'organico attuale che comprende 10 scuderie. I concorrenti ammessi alla prossima stagione verranno resi noti il 12 giugno. Il comportamento tenuto sinora dai membri della Fota, dice il presidente della Fia, non lascia dubbi: "E' abbastanza chiaro che volevano  rallentare il processo di iscrizione in modo che fosse troppo tardi per i nuovi team".

E intanto nella giornata di oggi è giunta la notizia dell'ennesima iscrizione al Mondiale 2010: il team spagnolo Epsilon Euskadi. Lo ha annunciato al sito Autosport il capo della scuderia Joan Villadelprat sottolineando che "se la  squadra spagnola farà parte dell'elenco delle squadre che parteciperanno al mondiale 2010 saranno garantiti i finanziamenti per i prossimi quattro anni". "Posso confermare - ha detto Villadelprat in una intervista ad Autosport - che abbiamo presentato domanda la scorsa  settimana, mercoledì e giovedì abbiamo avuto la conferma dalla Fia".

Tutti i siti Sky