Caricamento in corso...
06 giugno 2009

Massa, il poker a Istanbul si allontana

print-icon
fel

Il brasiliano della Ferrari, dopo il 7° tempo nelle qualifiche, dovrà compiere un'impresa per centrare la quarta vittoria consecutiva nel Gp di Turchia: sarà difficile andare a podio. Kimi: qualche problema, ma abbiamo fatto progressi. GIOCA A FORMULA SKY

VOTA IL SONDAGGIO NEL FORUM DELLA F1

GIOCA E VINCI CON FORMULA SKY

"E' stata una giornata difficile, stavolta la gara sarà un po' diversa. Noi però continuiamo a lottare". Felipe Massa dovrà compiere un'impresa per centrare la quarta vittoria consecutiva nel Gp di Turchia. Il pilota brasiliano della Ferrari domani scatta dalla settima posizione. "All'inizio delle qualifiche andavo bene. Nelle prime due manche delle prove la monoposto era equilibrata e le gomme garantivano aderenza. Poi, con il serbatoio più pieno, ho perso bilanciamento. La macchina ha cominciato ad andare in sovrasterzo - dice Massa ai microfoni di SkySport - ed è diventato difficile guidare. Fare un buon giro è diventata un'impresa, ecco la spiegazione".

Massa ha vinto a Istanbul negli ultimi 3 anni, partendo sempre dalla pole position. Ora, con il via dalla quarta fila, la situazione cambia: "Arrivare al podio non sarà facile, dobbiamo pensare a fare punti. Se parti settimo, non sei in condizione di dire che lotterai per la vittoria. Se arriva qualcosa in più dei punti, meglio". I risultati delle qualifiche odierne, ad ogni modo, non vanno considerati un passo indietro. "No, di sicuro", dice il brasiliano. "Continuiamo a lavorare per migliorare: dall'inizio del campionato ad oggi siamo cresciuti molto, dobbiamo andare avanti cosi' per tornare a lottare ai massimi livelli", afferma. Abbiamo fatto un piccolo passo avanti, ma probabilmente anche gli altri: siamo più competitivi rispetto ad altri team, ma Brawn GP e Red Bull sono ancora meglio di noi anche se non di molto. Ma basta poco per fare la differenza", conclude.

"In qualifica il bilanciamento della vettura era migliorato rispetto alle libere- ha detto invece Raikkonen - anche a serbatoi vuoti, oggi eravamo un po' meno veloci dei migliori. Per tutto il weekend abbiamo avuto qualche difficoltà nel far lavorare le gomme nella maniera migliore nel primo giro. Sicuramente partire dal lato sporco della griglia non sarà facile, soprattutto in una pista come questa, dove non si corre praticamente mai e, pertanto, fuori traiettoria l'asfalto offre poca aderenza. Abbiamo fatto dei progressi in quest'ultimo periodo ma anche gli altri hanno fatto altrettanto, com'è naturale che accada".

Tutti i siti Sky