Caricamento in corso...
20 giugno 2009

Webber: Kimi beve vodka. Lui: Ubriaco? Non l'ho ostacolato

print-icon
rai

Botta e risposta tra Kimi Raikkonen e Mark Webber. L'australiano ha accusato il finlandese di averlo ostacolato nelle qualifiche

Il pilota della Red Bull (3° in qualifica) accusa il ferrarista, reo di averlo ostacolato nella Q3: cosa diavolo stava facendo in quel punto della pista? La risposta del finlandese: non ho fatto niente. Massa: l'11° posto? Errore mio. GIOCA A FORMULA SKY

COMMENTA NEL FORUM DELLA F1

GIOCA E VINCI CON FORMULA SKY

"Kimi stava bevendo vodka, non so. Forse sognava". Mark Webber non digerisce il terzo posto ottenuto nelle qualifiche del Gp di Gran Bretagna. Il pilota australiano della Red Bull accusa il ferrarista Kimi Raikkonen, reo di averlo ostacolato nella terza manche delle prove ufficiali. "Non so cosa diavolo stesse facendo in quel punto della pista, so solo che mi sarebbe piaciuto fare un giro pulito per chiudere le qualifiche",  dice Webber. "Avrebbe dovuto rimanere a destra e invece era proprio in traiettoria. Non avrebbe potuto fare un lavoro migliore per distrarmi, mi ha tolto il ritmo nel giro piu' importante", aggiunge. "Certo, c'è frustrazione. Ma non sono decimo in griglia", dice ancora evidenziando le eccellenti prestazioni della sua monoposto. "Avrei potuto ottenere di piu' nell'ultimo giro. Pazienza", conclude.

"Io ubriaco? Ma se non l'ho ostacolato". E' secca la risposta del ferrarista Kimi Raikkonen al pilota della Red Bull. "Io non l'ho ostacolato - è la replica a distanza del finlandese - mi sono messo di lato". E sulle qualifiche: "Non avevo grandi aspettative. Non sappiamo esattamente dove siamo, penso che abbiamo fatto il massimo nelle qualifiche". Kimi Raikkonen riassume così la  prestazione che gli ha consentito di ottenere il nono posto nelle qualifiche del Gp di Gran Bretagna. "La macchina è questa. Non abbiamo commesso alcun errore ma non era possibile andare molto più veloce", aggiunge il pilota finlandese della Ferrari. "Noi proviamo sempre a dare il massimo. Di sicuro è più divertente lottare per il primo posto, ma non succederà ora. Stiamo spingendo nel tentativo di progredire, cerchiamo costantemente di migliorare", dice ancora il nordico.

"Ho commesso un errore nell'ultimo settore del giro, quindi l'eliminazione è più colpa mia che della macchina". Felipe Massa commenta così l'eliminazione nella seconda manche delle qualifiche del Gp di Gran Bretagna. "Il weekend non è stato molto facile finora. Noi siamo sempre al limite, altri riescono a guidare con maggiore tranquillità. Dobbiamo ancora lavorare", dice il pilota brasiliano della Ferrari ai microfoni di Sky Sport. "Il podio? Pensiamo prima ai punti", aggiunge.

Tutti i siti Sky