Caricamento in corso...
20 giugno 2009

Schumi sta con i team e promuove il Mondiale alternativo

print-icon
sch

Michael Schumacher ''benedice'' il Mondiale Fota: ''Voglia una F1 al top''

Dal suo sito sito ufficiale il sette volte campione del mondo punta il dito contro la miopia della Federazione Internazionale e ''benedice'' il Mondiale alternativo che l'Associazione dei team vuole progettare per il 2010. GIOCA A FORMULA SKY

COMMENTA NEL FORUM DELLA F1

GIOCA E VINCI CON FORMULA SKY

"Da appassionato di motori, voglio vedere lo spettacolo migliore con i piloti più forti e team più competitivi che si sfidano". Michael Schumacher ''benedice'' il Mondiale alternativo che l'associazione dei team (Fota) vuole organizzare a partire dal 2010. Dal proprio sito ufficiale, l'ex pilota di Benetton e Ferrari punta il dito contro la miopia della Federazione internazionale (Fia) presieduta da Max Mosley.

"E' semplicemente incomprensibile che i team condividano la loro visione sull'approccio alle riforme e la federazione invece voglia ancora attuare qualcosa di diverso", dice Schumi stigmatizzando l'atteggiamento della Fia. "In un primo momento può sembrare incredibile, ma stavolta tutti i grandi team sono uniti", aggiunge il vincitore di 7 titoli iridati, evidenziando la compattezza del fronte formato dalle squadre. "Questo - dice Schumi - rende un nuovo campionato molto più realistico, l'alternativa diventa reale".

I team hanno annunciato l'intenzione di creare un campionato parallelo alla Formula 1 gestita dalla federazione. Mosley ha reagito minacciando azione legali nei confronti delle squadre e in particolare nei confronti della Ferrari. "Trovo estremamente spiacevole che, negli ultimi tempi, in Formula 1 si sia parlato così tanto di politica e così poco di sport. Spero che questi giochi politici terminino in tempi brevi, situazioni del genere mi rendevano nervoso già durante la mia carriera", dice l'ex pilota di Kerpen.

"Alla fine - dice Schumacher - tutto è legato ad un semplice fatto: lo sport dei motori è una grande disciplina, la Formula 1 ha sempre rappresentato il top e deve rimanere al vertice". Schumi, quindi, boccia un Mondiale aperto a team e piloti di scarso appeal: "La Formula 1 è stato sempre il palcoscenico per i migliori piloti e i migliori team. Tutto questo è stato ammirato nel mondo, questo è ciò che tutti vogliono vedere". In maniera indiretta, viene criticato il modus operandi della Fia. "Se tutto questo viene costantemente messo in discussione dalla permanente incertezza delle regole, è meglio tutelare il valore" dello sport "andar via e costruire altrove in modo ragionevole", conclude Schumi.

Tutti i siti Sky