Caricamento in corso...
20 giugno 2009

F1, Mosley tiene duro: ''Non mollo il comando della Fia''

print-icon
max

Il mandato di Max Mosley scade ad ottobre di quest'anno

Il presidente della Federazione internazionale fa sapere che non si dimetterà a ottobre: ''I team vogliono una sola cosa: tutto il potere. Quindi lasciare sarebbe inutile, e poi uno non può andare via in un momento di tale crisi''. GIOCA A FORMULA SKY

COMMENTA NEL FORUM DELLA F1

GIOCA E VINCI CON FORMULA SKY

Lite Fia-Fota - Max Mosley sarebbe pronto a dimettersi se questo "portasse alla pace" in F1. Ma non è così secondo il presidente della Fia, perché i team della Fota "vorrebbero anche la testa del mio successore". "Loro vogliono una sola cosa: tutto il potere - ha detto in una intervista alla Bbc- Quindi lasciare sarebbe inutile. E poi uno non può andare via in un momento di tale crisi". Il mandato di Mosley scade a ottobre. E secondo l'Evening Standard, se lui non andrà via prima, alla fine comunque non sarà rieletto.

Le ultime libere del sabato - Le Williams hanno dominato  la terza e ultima sessione di prove libere del Gp di gran Bretagna. Il tedesco Nico Rosberg è stato il più veloce in 1'18"899 precedendo il suo compagno di squadra, il giapponese Kazuki Nakajima (1'19"102). Terza posizione per la Toyota di Jarno Trulli (1'19"125), seguito  dalla Red Bull del tedesco Sebastian Vettel (1'19"371). Quinto e  sesto posto per le Ferrari del brasiliano Felipe Massa (1'19"596) e  del finlandese Kimi Raikkonen (1'19"855).

Il futuro di Silverstone -
Il circuito di Silverstone potrebbe non andare in pensione. Sembra infatti tramontare l'ipotesi che il prossimo anno la corsa si disputi a Donington. "E' molto probabile - ha dichiarato il presidente della Fia,  Max Mosley, in una intervista alla Bbc - che si corra a Silverstone anche il prossimo anno". Il circuito di Donington, nonostante le rassicurazioni del suo responsabile Simon Gillet, non sarebbe infatti pronto ad  ospitare una gara di Formula 1 il prossimo anno.

Tutti i siti Sky