Caricamento in corso...
08 agosto 2009

Mosley: Schumi può vincere. Il suo casco costerà 12mila euro

print-icon
sch

Michael Schumacher si sistema il casco in una foto scattata nel 2006 durante il Gp di Imola

Il presidente Fia: "Michael è ancora un campione". Pronto il casco con cui il pilota tedesco correrà a Valencia: due dragoni, i nomi dei figli e della moglie e un rinforzo in titanio per evitare i rischi dell'incidente occorso a Massa. GIOCA A FORMULA SKY

COMMENTA NEL FORUM DELLA F1

MASSA, IL VIDEO DELLA PRIMA INTERVISTA

MASSA, IL VIDEO DELLO SCHIANTO

MASSA, LA FOTOSEQUENZA DELLO SCHIANTO

MASSA, IL FOTORACCONTO DELLA CARRIERA

SCHUMI, IL FOTORACCONTO DELLA CARRIERA

Due dragoni cinesi, rinforzo in titanio, i nomi della moglie Corinna e dei figli Gina-Marie e Mick e sette stelle, una per ogni titolo iridato vinto in carriera. Il costo? Dodicimila euro. E' il nuovo casco con il quale Michael Schumacher si ripresenterà in Formula 1, ad oltre tre anni dal ritiro, nel weekend del 23 agosto per il Gran Premio d'Europa a alencia, quando prenderà il posto in Ferrari dell'infortunato brasiliano Felipe Massa. Il popolare quotidiano tedesco Bild rivela oggi che Schumi per il disegno del suo nuovo casco si è rivolto all'artista di fiducia Jens Munser, l'autore dei disegni dei caschi in passato portati dal pluri-iridato. Il rinforzo in titanio è stato voluto da Schumi proprio per evitare il rischio di subire un incidente simile a quello occorso a Massa due settimane fa in Ungheria, quando il brasiliano fu colpito sulla zona sinistra del casco dalla molla di un ammortizzatore volata via dalla BrawnGp del connazionale Rubens Barrichello.

Il conto alla rovescia per rivedere Michael Schumacher in pista è già cominciato. Tra i più impazienti c'è il presidente della Fia, Max Mosley, secondo il quale il sette volte iridato "è un vincente, lo ha dimostrato - dice in un'intervista alla 'Bild' - A Valencia può già vincere". A prescindere da quello che riuscirà a fare il 40enne tedesco nel Gran premio d'Europa il prossimo 23 agosto, il suo rientro "è grandioso e darà alla Formula Uno una grande spinta", aggiunge Mosley. Le aspettative, insomma, sono enormi e allora tocca al manager di Schumi, Willi Weber, provare a gettare un po' d'acqua sul fuoco. "Le condizioni per lui non sono ideali - sottolinea al quotidiano 'Express' - Michael non conosce la macchina, non conosce il Kers nè la nuova generazione di gomme. E in più non ha mai corso a Valencia". Insomma, aspettarsi che Schumi torni e vinca subito non è realistico anche perchè "fino ad ora la Ferrari non ha mai vinto un Gp in questa stagione e questo perchè la macchina non è stata una macchina vincente", dice ancora Weber, che però non può fare a meno di aggiungere: "stiamo comunque parlando di Michael Schumacher, il miglior pilota di Formula Uno al mondo".

Tutti i siti Sky