Caricamento in corso...
14 agosto 2009

Il no della Svizzera al porto privato di Schumacher

print-icon
mic

Il progetto per il nuovo porto di Schumacher ha scatenato l'opposizione delle associazioni locali

Settimana da dimenticare per il campione tedesco: le associazioni locali hanno bloccato la nuova costruzione davanti alla sua proprietà sul Lago di Lemano. L'ingrandimento del pontile avrebbe comportato un ingombro di ben 600 m2. GIOCA A FORMULA SKY

FELIPE MASSA, L'INCIDENTE: GUARDA L'ALBUM FOTOGRAFICO

COMMENTA NEL FORUM DELLA F1

GIOCA A FORMULA SKY

Nuova delusione per Michael Schumacher. Il pilota di F1 dovrà infatti attendere per costruire un porto privato davanti alla sua proprietà di Gland, sul Lago Lemano (Svizzera). Il progetto d'ingrandimento del  pontile ha scatenato l'opposizione di associazioni locali, scrive l'agenzia di stampa svizzera Ats.

L'Associazione Rives publiques, in particolare, denuncia il fenomeno di "privatizzazione dei bordi del Lemano". Stando all'associazione, si tratta di una costruzione "esagerata", con un ingombro nel lago di 600 m2. L'associazione di difesa dell'ambiente Pro Natura, invece, non si dice contraria alla costruzione del porto, ma chiede importanti compensazioni ecologiche, visto che il sito è una riserva per uccelli d'importanza nazionale ed internazionale.

Tutti i siti Sky