Caricamento in corso...
17 agosto 2009

Massa e l'incidente: Kimi? Non mi ha chiamato. E' fatto così

print-icon
fel

Felipe Massa, qui all'uscita dall'ospedale di Budapest

Il brasiliano della Ferrari: ''Non ho avuto paura di morire. Per il rientro i medici mi hanno detto che dipenderà da me. Credo che ricomincerò coi kart''. E su Raikkonen: ''Mi ha inviato una cartolina''. GUARDA LE FOTO DI MASSA E GIOCA A FORMULA SKY

A quasi un mese dal grave incidente avvenuto il 25 luglio scorso a Budapest (guarda il video), le condizioni di Felipe Massa sono buone. E' lo stesso pilota brasiliano a fare il punto della situazione in un'intervista all'emittente Globo. "Non ho avuto paura di morire", ha detto Massa, in un colloquio avvenuto nella sua casa di San Paolo, parlando dei primi momenti dopo l'incidente e del successivo trasferimento in ospedale. E sull'atteggiamento di Raikkonen: "Kimi non mi ha chiamato, l'ho visto solo su un video realizzato da Sky con tutti i piloti, dove tra l'altro le sue parole erano le più tranquille. Mi ha inviato una cartolina in ospedale, ma per me comunque non ci sono problemi, Kimi  è una persona differente, è fatto cosi'".

Sul suo rientro: "Nonostante il buon recupero - ha spiegato il pilota brasiliano - la data del mio ritorno è ancora un'incognita". "I medici - ha aggiunto il pilota della Ferrari - mi hanno detto che il mio rientro dipenderà soltanto da me. Credo che ricomincerò andando sui kart". Massa ha parlato anche dell'importante ruolo avuto  dalla moglie Rafaela, al sesto mese di gravidanza. "Nonostante la  grande paura, non mi ha mai chiesto di ritirarmi dalle corse". "Se fosse dipeso da me, sarei tornato già ieri. Purtroppo non dipende solo dalla mia volontà ma anche dall'autorizzazione dei medici. Mi sottoporrò ad una Tac per verificare i progressi e poi penserò alle prove per tornare a correre", ha aggiunto il paulista. "Sento che la situazione migliora e che mi sto avvicinando all'obiettivo, anche se non sono ovviamente al 100%", ha proseguito. Il problema principale è rappresentato dall'occhio sinistro: subito dopo l'intervento, eseguito 3 settimane fa, si temevano danni permamenti.

Il pilota brasiliano ha poi parlato anche della rinuncia di Michael Schumacher a sostituirlo a bordo della Ferrari. "Con lui ho parlato al telefono - ha spiegato. Mi ha raccontato che sentiva dolore al collo quando la macchina veniva sottoposta alle sollecitazioni e che perdeva anche un po' di vista, per questo  era preoccupato".

Oggi, invece, Massa ha recuperato le capacità visive al 95%: "Non è un motivo di preoccupazione, nel giro di qualche giorno tutto tornerà alla normalità. Per il resto, non avverto differenze rispetto al passato. La mia famiglia dice che sono sempre lo stesso".

FELIPE MASSA, L'INCIDENTE: GUARDA L'ALBUM FOTOGRAFICO

COMMENTA NEL FORUM DELLA F1

GIOCA A FORMULA SKY

Tutti i siti Sky