Caricamento in corso...
02 settembre 2009

Entro il 2011 la F1 sbarcherà in India. Parola di Ecclestone

print-icon
mal

Mallya, il patron della Force India. L'entusiasmo per i risultati ottenuti dal team sta avvicinando gli indiani alla F1

Dopo il 2° posto ottenuto in Belgio da Fisichella al volante della Force India, sta crescendo l'entusiamo per la F1 della popolazione indiana. Il patron del Mondiale si dice sicuro del progetto: sarà un Gp che rimarrà per molto tempo. GIOCA A FORMULA SKY

Bernie Ecclestone è fiducioso e crede che nel 2011 si disputerà il primo Gp d'India, nonostante il ministero dello Sport indiano non stia appoggiando il progetto. Nel gennaio scorso, infatti, il ministro Manohar Singh Gill ha respinto la richiesta della società promotrice del progetto, la JPSK Sports, di versare 36,5 milioni di dollari alla Foa (Formula One Administration, la società di Ecclestone, ndr).

"Aspettiamo che il circuito venga costruito - ha spiegato  Ecclestone - In ottobre andrò in India per capire le intenzioni della fondazione. Non deve esserci nessun dubbio, perché sarà un Gp che rimarrà per molto tempo". Dopo il secondo posto di Giancarlo Fisichella alla guida della Force India, domenica scorsa, al Gp del Belgio, l'interesse degli indiani nei confronti della F1 è aumentato. Ma il ministro Manohar Singh Gill continua a considerarlo semplicemente un "costoso spettacolo". "E' il suo punto di vista - ribatte Ecclestone - Per il  resto del mondo la F1 è uno sport a tutti gli effetti".  

COMMENTA NEL FORUM DELLA F1

GIOCA A FORMULA SKY


FELIPE MASSA, L'INCIDENTE: GUARDA L'ALBUM FOTOGRAFICO 

Tutti i siti Sky