Caricamento in corso...
15 settembre 2009

Caso Singapore, Renault pronta a tradire Briatore

print-icon
bri

Briatore rischia grosso: la Renault potrebbe offrire la sua testa alla Fia per salvarsi

La Fia avrebbe offerto a Symonds, direttore tecnico del team, l'immunità in cambio di una confessione piena. Stesso trattamento riservato a Piquet jr: per salvarsi, dunque, la scuderia potrebbe scaricare tutte le colpe su Briatore. GIOCA A FORMULA SKY

Immunità in cambio di una confessione piena. E' quanto avrebbe offerto la Fia a Pat Symonds, direttore tecnico della Renault, in vista dell'udienza del Consiglio Mondiale della Federazione internazionale sul ''caso Singapore'', in programma il 21 settembre.

Il pilota brasiliano Nelsinho Piquet ha accusato la Renault e Flavio Briatore di avere deciso a tavolino il suo incidente durante il Gp di Singapore nel Mondiale 2008 per favorire il suo ex compagno di squadra Fernando Alonso. Per ottenere una testimonianza che potrebbe rivelarsi decisiva, la Fia avrebbe dato garanzie di immunità a Symonds. Nel corso di un incontro fra Symonds e rappresentanti della Fia a Spa, in occasione del Gp del Belgio, il membro del team Renault avrebbe ammesso di avere avuto un incontro con Piquet jr prima del Gp di Singapore, nel corso del quale "ha parlato con Nelson Piquet jr  della possibilità di un incidente pilotato".

La parziale confessione di Symonds sarebbe stata messa a verbale, in un documento visionato da Autosport. Sempre secondo il  magazine, Symonds avrebbe anche sottolineato che "la proposta è  arrivata da Piquet". Il dirigente Renault si sarebbe poi rifiutato di rispondere alle specifiche domande sugli eventi seguiti alla riunione interna del team, riservandosi però la possibilità di tornare sulla  questione in future audizioni.

COMMENTA NEL FORUM DELLA F1

GIOCA A FORMULA SKY

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER DI SKY SPORT 

Tutti i siti Sky