Caricamento in corso...
21 settembre 2009

Fia, la sentenza: Renault e Alonso salvi, Briatore radiato

print-icon
bri

L'ex team principal della Renault, Flavio Briatore, che si era dimesso la scorsa settimana (foto AP)

Il Consiglio Mondiale della Fia ha deciso di sospendere due anni con la condizionale la Renault per il caso del falso incidente a Piquet Junior nel Gp di Singapore. La scuderia e il pilota spagnolo però potranno continuare a correre. GIOCA A FORMULA SKY

Il Consiglio Mondiale della Fia ha deciso di sospendere due anni con la condizionale la Renault per il caso del falso incidente di Piquet Junior nel Gp di Singapore. La squalifica inflitta alla Renault non diventerà comunque effettiva a meno che in questi due anni la scuderia non sarà coinvolta nuovamente in casi simili. La Federazione internazionale ha infatti concesso alcune attenuanti alla scuderia per aver collaborato con la Fia e per aver individuato i responsabili. La scuderia e il pilota Alonso quindi potranno però continuare a correre.

Il Consiglio Mondiale - si legge nel comunicato della Fia - ha deciso di radiare a tempo indeterminato Flavio Briatore da ogni evento legato alla Formula 1 per il suo coinvolgimento nel caso del falso incidente di Piquet Junior. Briatore si era dimesso la scorsa settimana. L'ex capo ingegnere della Renault Pat Symonds è invece stato radiato per cinque anni, mentre per quanto  riguarda Piquet la federazione ha confermato l'immunità da sanzioni per la sua collaborazione. Sempre la Fia - aggiunge il comunicato - ha ringraziato per la sua cooperazione Fernando Alonso, "in alcun modo coinvolto" nella vicenda del falso incidente al gp di Singapore 2008. Nessuna sanzione quindi per il pilota spagnolo.

Ecco il comunicato divulgato dalla Fia: ''Il Consiglio mondiale ha stabilito che i membri del team Renault di Formula 1 Flavio Briatore, Pat Symonds e Nelson Piquet jr hanno cospirato per provocare un incidente deliberatamente al Gran Premio di Singapore 2008. Il Consiglio ritiene che le infrazioni Renault nel Gran Premio di Singapore 2008 siano state di una gravità senza precedenti. La Renault non soltanto ha compromesso l'integrità dello sport ma ha anche messo in pericolo la vita degli spettatori, dei funzionari, di altri concorrenti e dello stesso Nelson Piquet jr. Il Consiglio  mondiale ritiene che violazioni di questa gravità meritino una squalifica a tempo indeterminato dal campionato del mondo Fia. Tuttavia, considerate le circostanze attenuanti e in particolare i passi intrapresi dalla Renault per identificare e assegnare la responsabilità delle violazioni all'interno del suo team e condannare le persone coinvolte, il Consiglio ha deciso di sospendere la Renault fino alla fine della stagione 2011. Il Consiglio renderà attiva questa squalifica se la Renault sarà trovata colpevole di un'altra violazione del genere durante questo periodo".

Quanto alle persone coinvolte, il Consiglio "dichiara che il signor Briatore, per un periodo di tempo illimitato, non dovrà partecipare ad alcun evento internazionale, campionato, coppa, trofeo o altro in qualsiasi veste" e "non concederà alcuna licenza a nessun team o altra entità che dovesse ingaggiare Briatore in qualsiasi ruolo. Dà anche istruzione a tutti i funzionari persenti agli eventi Fia di non consentire a Briatore l'accesso a nessuna area sotto la giurisdizione Fia. Inoltre, non intende rinnovare nessuna licenza a piloti associati con Briatore o ad altra entità o persona che lo siano".

GUARDA LE FOTO DEL GP "INCRIMINATO"

COMMENTA NEL FORUM DELLA F1

GIOCA A FORMULA SKY

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER DI SKY SPORT 

Tutti i siti Sky