Caricamento in corso...
22 settembre 2009

Caso Briatore: "Vergogna, un castigo troppo tenero"

print-icon
ren

L'"incidente" di Piquet jr. a Singapore 2008 è costato caroa Briatore, ma la stampa britannica non s'accontenta

La Formula Uno si ribella alla sentenza che "virtualmente" assolve la Renault in merito al falso incidente provocato nel 2008 a Singapore in cui venne coinvolto il suo pilota Nelson Piquet jr. Le reazioni della stampa Gb. GIOCA A FORMULA SKY!

"La grande fuga": la Formula Uno si ribella alla sentenza che "virtualmente" assolve la Renault in merito al falso incidente provocato nel 2008 a Singapore in cui venne coinvolto il suo pilota Nelson Piquet jr, al fine di favorire l'altro suo pilota Fernando Alonso. La stampa britannica stigmatizza come "troppo tenera" la punizione inflitta alla scuderia francese, che è stata condannata all'esclusione permanente dalla F.1 ma - vista la collaborazione attiva prestata nell'inchiesta - la stessa è stata congelata fino al 2011.

"Max Mosley e la FIA sono state accusate di inchinarsi agli interessi commerciali", scrive il Times che riporta un'opinione dell'ex campione del mondo Damon Hill. "Non sono sorpreso che abbiamo scagionato la Renault - le parole dell'ex pilota britannico -. E' una pietosa vergogna per questo sport". Più dura la condanna inflitta a Flavio Briatore, l'ex team manager della Renault è stato squalificato a vita dalla Formula Uno.

"Una spettacolare caduta in disgrazia per l'italiano che sognava un giorno di succedere a (Bernie) Ecclestone", aggiunge l'autorevole quotidiano. "Renault fortunata a uscirne senza squalifica", il titolo del Guardian evidenziando la contraddizione della sentenza che stabilisce la condanna più severa ancorché temporaneamente sospesa (ovvero la squalifica dalle gare) e il riconoscimento della mancanza di "responsabilità morali".

Evidentemente - aggiunge il Guardian - la squalifica della Renault avrebbe avuto conseguenze troppo gravi per il circus automobilistico, perché la scuderia francese non solo già fornisce i motori alla Red Bull ma, probabilmente dal 2010, anche alla Williams.

"La grande fuga: Renault scagionata dalla virata dei giudici della F1", l'apertura del Daily Mail, che sottolinea una volta di più come il falso incidente di Piquet "sia stato uno dei peggiori imbrogli sportivi mai orchestrati". "Sentenza intelligente o utile insabbiamento?", si chiede il quotidiano di Londra, paragonando quest'ultima sentenza a quella inflitta alla McLaren solo due anni fa in merito alla Spystory. "La Renault l'ha scampata veramente facile", la risposta del Mail.

GUARDA LE FOTO DEL GP "INCRIMINATO"

COMMENTA NEL FORUM DELLA F1

GIOCA A FORMULA SKY

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER DI SKY SPORT 

Tutti i siti Sky